Archive for maggio 2005

Resa l’idea.

Converso con l’avvocato M., e lui commenta le ingenti spese di ristrutturazione e arredamento del suo nuovo appartamento:

"No, guarda, non è che l’abbiamo fatta fuori dal tazzone: l’abbiamo fatta direttamente nel tazzone del vicino"

Annunci

Leone e gazzella.

Magari "Così è la vita" di Aldo, Giovanni e Giacomo non è un capolavoro; ma la scena in cui Aldo, per conquistare la solita Marina Missironi (in versione biondona), parafrasa a modo suo "Non importa se sei leone o gazzella, l’importante è che inizi a correre" è sempre in grado di farmi ridere:

"In Africa…. tutte le mattine… quando sorge il sole, una gazzella… muore!

 Si sveglia già morta, perché si vede che non stava molto bene il giorno prima e allora…

comunque, sempre in Africa, tutte le mattine, quando sorge il sole, un leone appena si sveglia comincia a correre… per evitare di fare la fine della gazzella che è morta il giorno prima.

E poi, correndo, vede che c’è la gazzella morta il giorno prima lì e dice… "Che cosa corro a fare? Mi fermo e gli do due mozzicate".

Comunque, dove voglio arrivare?

Non è importante che tu sia un crotalo… o… un pavone.

L’importante è che se muori, me lo dici prima."

Scusate, io non resisto!

P.S. Grazie a Capocchia per avere reperito la versione completa.

La migliore di stamattina.

(Sentita al self-service.)

Oh, ma ti immagni il tifoso del Liverpool all’intervallo che chiama casa?

 "Butta la pasta… sì, anche il secondo. Massimo ancora dieci minuti poi mi muovo di qui."

Quindici minuti dopo: "Aspetta aspetta aspetta…"

SMS da salvare

Con vera gioia annuncio nascita e linkaggio di un blog di cui ho sempre sentito la mancanza.

Michele, esteta melomane destrastorica gaudente finissimo humor, scrive SMS bizzarri e curiosi e, senza un vero perché, li invia ad una pluralità di eletti di cui mi pregio far parte. Era ora che qualcuno iniziasse a raccoglierli e diffonderli. Oltretutto così posso liberare metà della memoria del cellulare!

Scelgo uno dei migliori degli ultimi tempi:

Qualcuno deve dire ai toscani che devono smettere di massacrare la lingua italiana.
I raccoglitori vengono chiamati cartolari. "Sicchè non si trova il cartolare luglio 2002? Si cerchi il ragioniere, che accomodi tosto codesto impaccio", ruggisce il titolare.
L’anziano Presidente del collegio sindacale: "la mattina vi è la guazza ma poi è caldo, noi ci si leva le giubbe" dice levandosi la giacca seguito dagli altri due. In Ticino li chiamano classer, mah.
…E dopo che hai minto un ti scordare di sgrullare il cinci!

 

Sì che vegni anca mi!

La perfetta risposta ad un invito:

"Aderisco come una maglietta taglia S su Luciano Ferrara!"

Non si dica che la Faffo accetti gli inviti senza entusiasmo!

Figure storiche 02

Oh, e questa non è neppure mia!

Marzia ha un buon rapporto col suocero, Franco; tanto buono che può permettersi di dargli filiali consigli.
 (Per chi la conosce non c’è da stupirsi, e per chi non la conosce ci vorrebbe un blog a parte, solo su di lei).
Bon, fatto sta che Marzia e Franco -che è vedovo- parlano della morosa del suocero, e lui le dice che
"L’è propri ‘na brava tusa, sun propri fortunà."
E Marzia "Ma Franco! Ma a lei non glielo dici? Non è a me che devi farlo sentire, è a lei!"
"Eh, ma ti te sét cume sun mì…"
Marzia insiste, e Franco a poco a poco cede, e ammette che la nuora ha ragione, dovrebbe proprio imparare a comunicare il proprio affetto.
Si salutano, e Marzia mette giù.
DRIIIIN! Il telefono suona immediatamente.
Marzia: "Pronto?"
"AAamore! Avevo voglia di sentirti!"
"…"
"..beh?"
"Franco? Guarda che sono la Marzia"
"Marzia?"
"Devi avere rifatto lo stesso numero…"
"(attimo di imbarazzato silenzio)… Marzia? Non lo racconti a nessuno, vero?"

Come no?

Qualcosa da rispondere

"Mary Ann?"

"Sì? Hai qualcosa da dirmi?"

"Sì…"

"Allora prendi un foglio, scrivicelo sopra, incolla un francobollo e spediscilo a qualcuno a cui freghi qualcosa"

(Un film bruttissi-mi-ssi-mo con Julia Roberts, e che peraltro io non volevo neppure vedere… )