Il mio nome è discrezione.

In Corsica, viaggiamo in doppia coppia (io e Faffo, Ale e Simone) e ne incontriamo un’altra: un’amica di Faffo e il suo "soloamico" -nel senso che dichiarano di non essere una coppia- che viaggeranno insieme per un paio di mesi quasi. Fortunelli. Ceniamo insieme in grande letizia.

Poi, salendo in macchina, Simone e Ale stanno borbottando e Simone decide di coninvolgermi:

"Sandro, ti stavi domandando anche tu quello che mi domando io?"

"Sì, e la risposta è : sì."

"Come, ?"

"Come, non ti stavi domandando se lui era gay?"

"Mah. Veramente mi chiedevo che lavoro facesse lui per permettersi di stare in giro tutto quel tempo."

Chiosa Faffo: "Bei tipi, voi due: conoscete uno e dopo qualche minuto uno gli fruga nel portafoglio, e l’altro nelle mutande!"

Annunci

2 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on agosto 22, 2005 at 2:43 pm

    Ostello della gioventù di La Rochelle, agosto 2004. Io e Orsogrigio capitiamo in stanza con una coppia di franzosi. Un po’ perché devo esercitare la lingua, un po’ perché ho bisogno di conversazione, un po’ perché mi sembrava carino relazionarmi con i Transalpini, be’ mi scatta la logorrea e mi lancio in una minuziosa descrizione del Grand Tour de la France fino a quel momento compiuto. Lui ascolta attento e comprensivo per i miei svarioni linguistici, sorride, ogni tanto interoquisce mostrando un sincero interesse. Lei no. All’inizio ascolta in silenzio, poi si alza e gironzola per la stanza, infine decide di fregarsene degli incidenti diplomatici e si sdraia sulla sua branda, voltandomi le spalle.
    Insomma, per me:
    – lei aveva appena concluso una lunga relazione (oppure: lei aveva una lunga relazione con un uomo sposato, la cui moglie stava per partorire)
    – essendole le vacanze andate a catafascio per uno dei motivi suddetti, ha rimediato una settimana con l’amico di sempre. Gay.
    Historia magistra vitae – sto con Ale e Simone.

    Viana

    P.S.: naturalmente sono possibili altre interpretazioni:
    a) lei insegna linguistica alla Sorbona, e il mio francese le procurava attacchi epilettici;
    b) entrambi sono valutatori della guida Michelin, ma lei – più ortodossa – temeva che opinioni estranee ne inficiassero le valutazioni;
    c) lei aveva sonno, lui no.

    Rispondi

  2. Posted by Xantro on agosto 22, 2005 at 4:51 pm

    Peraltro, manco a dirlo, il tipo che con sicumera avevo individuato come gay viene fuori essere stato tre anni con la tipa con cui viaggia.
    E’ qui possibile una sola valutazione:
    a)b)c)d… : son pirla.
    (il lavoro che fa non ve lo dico. Diamine, sono mica una zabetta!)

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: