I figli so’ piezz’e core.

Annapaola, dovendo sottoscrivere un contratto di investimento e desiderando cointestarlo al figlio, lo chiama per aiutarmi a completare i dati.
Al telefono, gli chiede di dettarle il suo codice fiscale.
Io la sento che ripete ad alta voce "S come Savona, E come Empoli, I come Imola…"
Lui ride, fra una lettera e l’altra, e lei si lamenta perché se lui fa lo scemo lei poi teme di sbagliare.
La sento anche dire: "Ma quando arrivano i numeri? Qui sono tutte lettere!".
La cosa dura qualche minuto, poi lei si fa ridare il codice e lo riscrive, commentando "Ah, mi pareva".

Alla fine mi mostra il primo codice fiscale che il figlio le aveva dettato: S-E-I-S-T-U-P-I-D-A.
Un ingrato, non c’è dubbio. Ma anche una bella sagomaccia, non convenite?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: