Archive for aprile 2006

Saggezza

Come dice San’Agostino
"la felicità è desiderare ciò che si ha".

Ma come dice mia zia Ines
"Date a Sant’Agostino la mia pensione
e poi la vediamo se continua a sparar cazzate".

Flavio Oreglio

Grandi notizie.

Leggo sull’odierno Sole-24 Ore una notizia-bomba riguardo all’identificazione dei clienti in banca:

"Oltre ai documenti tradizionali -passaposto, porto d’armi, patente di guida, carta di identità- si possono utilizzare la patente nautica e il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici."

Finalmente una buona notizia per le banche vicino ai porti, dove per troppo tempo -immagino- si sono formate code perchè il motoscafista di turno pretendeva di fare un prelievo allo sportello munito di patentino nautico. "Mi spiace, non la posso identificare." "Ma ho anche il berretto da capitano, non vede?!"

Non si dica che l’Italia non va avanti.

I risultati di mercoledì.

Milan zero – Barcellona uno
con un risultato così incerto, in qualsiasi democrazia che si rispetti,
dovrebbe essere eseguito il riconteggio dei gol.

Da "Sansone", trasmissione di Radiopopolare.

Corrierino delle famiglie 06

Guardiamo un servizio giornalistico su La7, che mostra le immagini del covo di Provenzano (parentesi: se sento un’altra volta parlare di "mafia di una volta, mafia contadina" sparo ad un giornalista, anche uno sportivo); uno squallido tugurio, sporco e trasandato.

Cronista: "Ecco la tana del lupo"
Faffo (semiaddormentata, livello pre-bavetta): "Mm? A me pare più quella dei tre porcellini".

Non c’è niente da fare, dentro qualunque donna si agita, in fondo in fondo, una casalinga.

Finite le elezioni.

Credetemi, da juventino so quello che dico:
una vittoria contestata non è che ti fa godere di meno!

Ecco le elezioni!

L’ottimo Endriu mi ricorda le sagge parole di Frankie Hi-nrg:

"Quando sei in cabina e giochi la schedina
ricordati che sei colonna di un sistema
valuta un pò prima rametto o bandierina
scegli attentamente il tuo prossimo problema"

Pensateci, coglioni e non.
Buon weekend.

Plin-plon!

Non sopporto l’ipocrisia degli annunci prima del volo: "In caso di emergenza indossare il salvagente".
In caso di ermergenza ci si schianta in mare.
E il salvagente non serve a salvarti la vita: sono fibre per lo squalo, perché possa cagare meglio domani.

Daniele Luttazi, "Bollito misto".

Ancora pochi giorni alle elezioni, per fortuna.

Lo ammetto: SONO UN COGLIONE.

Rimane il problema segnalato da Vladimir Luxuria:

"si possono tirar finocchi su un finocchio, ma è  difficile tirare dei coglioni su un coglione"

 

Per chi avesse perso l’antefatto:

13:56 "Ho troppa stima dell’intelligenza degli italiani per pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che possano votare contro i propri interessi".
 
e poco dopo:       "La sinistra, come al solito quando è in difficoltà, cerca di manipolare una mia frase per montarci sopra un caso del tutto inesistente. Quel che ho detto alla Confcommercio è esattamente il contrario di ciò che alcune agenzie di stampa vorrebbero farmi dire nei loro primi titoli. Ho detto testualmente che ‘ho troppo stima per l’intelligenza degli italiani per pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che possano votare contro il proprio interesse’, e ho aggiunto: ‘scusate il linguaggio rozzo, ma efficace’". Così Silvio Berlusconi precisa una affermazione fatta durante l’incontro con i commercianti.
"Ho negato, cioè, non ho affermato che una parte degli italiani possa votare contro il proprio interesse e perciò meritare quell’epiteto. Certo che vi era ironia in quella frase, ma non permetterò che essa generi un’altra manovra scorretta. Resto lontanissimo dalla gravità di chi qualifica me, il mio governo, tutti gli elettori della CdL, come ‘delinquenti politici’ e ribadisce l’offesa il giorno dopo, nell’assoluta indifferenza dei quotidiani asserviti ai poteri forti e alla sinistra".

 

Non sono l’unico, però: altri li trovate qui: http://sonouncoglione.splinder.com/

Pochi giorni alle elezioni!

"Via l’ICI! Arharharha!"

Dopo ieri sera ho cambiato idea: voterò Berlusconi. Ovvio, mi offre di più !!!

Però, una preghiera a chi come me ha visto la luce: teniamolo sulla corda ancora qualche giorno, non facciamogli sapere ancora che ha vinto l’asta. Magari alza l’offerta, che so, un servizio di posate da pesce; mi farebbe comodo.