Intolleranza 02: no, il limoncello non lo voglio!

Chiariamo subito: a me il limoncello piace, e molto, e non dico mai di no. Sto parlando però del limoncello quello vero, un liquore che è semplicissimo fare in casa e che ha un gusto semplice e gradevolissimo.
…Che non è quello che ti rifilano al ristorante!

Al ristorante e in tutte le fetenti pizzerie, perfino nei ristoranti cinesi di questo paese di masochisti si è diffusa invece l’abitudine di offrire una bevanda gialla alcolica di produzione -e soprattutto di GUSTO- decisamente industriale, piatto, poco equilibrato e neppure lontanamente paragonabile a quello che la più imbranata delle vostre zie otterrebbe facendoselo in casa. E ve lo offrono senza vergogna, senza neppure nascondere la bottiglia, acquistata al discount quel pomeriggio. Con quello pretendono di sostiturci l’amaro, che invece ha una sua dignità! Barbari! ‘sassini!

Non sto spingendo i ristoratori a smettere; se tutti lo vogliono -perché è gratis, essenzialmente- devono servirlo. Voglio spingere noi tutti a rifiutarlo!
Dite così al cameriere:
"No, grazie, il suo limoncello del cazzo fatto con acido citrico e colorato di giallo se lo tiene, se voglio avere la bocca che sa di falsolimone lecco direttamente lo Svelto al Limone con cui pulite i piatti. Mi porti un amaro, una vodka, un grappino, un rosolio, persino un Caffé Sport Borghetti, se vuole! Ma allontani da me quella mostruosità giallognola."
Poi fate un salto dalla nonna e tracannate il suo, di limoncello, quello fatto in casa. Mi ringrazierete.

Chi aderisce alla crociata "si cacci in culo il suo limoncello industriale?"

  • Potbook, con nostalgia per il Caffè Borghetti
  • Mizzy, con motivazioni dinastiche 
  • gRg-, che ha fondato delle brigate apposite.
  • L’invasato Simone.

PRECEDENTI CROCIATE:

Annunci

9 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on ottobre 17, 2006 at 1:08 pm

    No, no..aderisco io, forse non dirò proprio la frase che proponi…ma posso astenermi dal berlo.
    Questo quando sarò in Italy, si capisce.

    Magari, mio caro, magari!! ci fosse ancora il Caffè Borghetti!

    Attento allo stresssss….
    potbook

    Rispondi

  2. Posted by anonimo on ottobre 17, 2006 at 1:25 pm

    essendo di parte ed avendo origini di un paesello quasi sulla Costiera Amalfitana… non posso che aderire anche io a questa splendida crociata!!! 😀

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on ottobre 18, 2006 at 9:14 am

    come si fa a non aderire?
    -gRg- ed il suo battaglione di limoncelli antiuomo autoprodotti, pronti ad entrare in azione

    Rispondi

  4. Posted by anonimo on ottobre 18, 2006 at 12:48 pm

    anche io, anche io aderisco … anzi ho aderito ancor prima che tu ci chiessi di aderire …
    .. che poi a me il limoncello fa pure vomitare ( … e non solamente in senso metaforico …)

    … che poi da bravo brianzolo con le braccine corte, quando mi “offrono” aggratis il limoncello, io soffro perchè , aggratis, mi offrono solo quello senza darmi alternative e quindi, rifiutando, non possono scroccare l’ammazza-caffè … uffa!

    Boicottare, scioperare, rifiutare!!

    simone

    Rispondi

  5. Posted by anonimo on ottobre 20, 2006 at 8:07 am

    ho aderito da anni senza saperlo. 🙂
    ndd

    Rispondi

  6. Posted by faffo on ottobre 20, 2006 at 11:56 pm

    intervengo solo per rassicurare potbook: il caffè borghetti c’è ancora, eccome!
    chiedilo alla d che ci si è presa una storta galattica, oppure chiedilo al pbm, che è l’unica altra persona di mia conoscenza in grado di ubriacarcisi fino alla nausea…
    (a tutti gli altri di solito la nausea viene ben prima, a me tipo quando vedo la bottiglia).

    Rispondi

  7. Posted by anonimo on ottobre 22, 2006 at 5:59 pm

    COSA CAZZO HAI CONTRO IL CAFFE’ SPORT BORGHETTI?
    guarda che io e simone (un altro, non questo: il piroscafo per intenderci, quello che fra poco condividerà con te il destino di essersi appaiato ad una veterinaria) siamo pronti ad uccidere per difenderlo.
    ecco
    quanto poi al limoncello industriale, pur concordando su tutta la linea devo dire che probabilmente i ristoratori quello fatto in casa non lo possono serivre, ma bisognerebbe informarsi meglio.

    pbm

    Rispondi

  8. Posted by anonimo on ottobre 22, 2006 at 6:00 pm

    E tu Faffo, cos’hai contro il caffè sport borghetti? nausea? quale nausea?

    pbm

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: