Lo scrutatore non votante

Non cito quasi mai (anzi, forse è la prima volta) testi di canzoni; mi pare troppo strano separarli dalla musica.
Mi sembra però meriti un’eccezione questa canzone, recente ma non troppo, di Samuele Bersani, in cui mi sono imbattuto nuovamente ascoltando Radio Popolare (diolibenedica perché sono fuori dai circuiti delle case discografiche e mettono in onda quello che vogliono, e per una dozzina di altri buoni motivi).
E’ che Bersani è a sua volta un’eccezione, per arguzia e originalità.
Vi propongo le parti a mio giudizio  più felici del testo. Quante delle vostre conoscenze riconoscete in questo "scrutatore non votante"?

Lo scrutatore non votante
è indifferente alla politica
Ci tiene assai a dire “ohissa!”
Ma poi non scende dalla macchina.

È come un ateo praticante
Seduto in chiesa alla domenica
Si mette apposta un po in disparte
Per dissentire dalla predica

[…]

Lo scrutatore non votante
È come un sasso che non rotola
Tiene le mani nelle tasche
E i pugni stretti quando nevica.

Prepara un viaggio ma non parte
Pulisce casa ma non ospita
Conosce i nomi delle piante
Che taglia con la sega elettrica

Lo scrutatore non votante
Conserva intatta la sua etica
E dalle droghe si rinfresca
Con una bibita analcolica

Ha collegato la stampante
Ma non spedisce mai una lettera
Si è comperato un mangia-carte
Per sbarazzarsi della verità.

[…]

Prepara un viaggio ma non parte
Pulisce casa ma non ospita
Conosce i nomi delle piante
Che taglia con la sega elettrica.
Lo fa svenire un po’ di sangue
Ma poi è per la sedia elettrica.

 

Testo integrale qui.

4 responses to this post.

  1. Posted by lascar on novembre 23, 2006 at 2:50 pm

    Una canzone di un tot di tempo fa. La settimana scorsa Baudo la vendeva come una novità esclusivissima, quasi l’avesse scoperta lui. Complimenti ai discografici.

    Rispondi

  2. Posted by locusta on novembre 26, 2006 at 2:38 pm

    girava pure su radio deejay (lo so che non ti piace 🙂 ) in primavera..
    comunque mi piace un sacco, ma in genere mi piacciono tutte le canzoni di bersani

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on novembre 27, 2006 at 6:24 am

    Peccato, ci ha lasciato troppo presto.
    Oh, scusate, quello era Lello Bersani. Errore mio.
    Iorek

    PS: sono riuscito ad inquinarti anche questo post.

    Rispondi

  4. Posted by faffo on novembre 29, 2006 at 9:14 pm

    una volta tanto, mi sento fiera di ospitare senza aver pulito un tubo.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: