Grosso guaio a Chinatown

L’altroieri, quando mi è giunta notizia che c’erano bandiere rosse in strada a Milano, stavo per scendere anch’io. Poi mi hanno avvertito che erano solo “i cinès”.
C’è mancato un pelo che bruciassi la mia copertura; come nulla fosse successo, ho ripreso il lavoro in banca.
 
Annunci

6 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on aprile 14, 2007 at 4:54 am

    Le vere Rivoluzioni partono dall’interno. Rimani lì al tuo posto, compagno X. Anche la Rivoluzione ha bisogno di un mutuo ad interesse variabile.
    Compagno I

    Rispondi

  2. Posted by lascar on aprile 14, 2007 at 12:29 pm

    hahahaha

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on aprile 16, 2007 at 9:12 am

    Anche il compagno X ne ha bisogno.

    Fra parentesi non so perché ma questo commento ed il suo relativo posto mi han fatto venire in mente un libro: “Il furto del grande dinosauro”, di David Forrest. Se non avete un cazzo da fare e volete prendervi lo sbattimento di cercarlo e lo trovate e lo leggete, poi non prendetevela con me perché è una puttanata.

    Rispondi

  4. Posted by anonimo on aprile 16, 2007 at 9:12 am

    ps: sempre pbm.

    Rispondi

  5. Posted by anonimo on aprile 17, 2007 at 12:31 am

    Come non seguire un consiglio letterario così accorato?
    Iorek aka Compagno I

    Rispondi

  6. Posted by Floripedis on aprile 21, 2007 at 7:57 am

    hihihihihihihi
    ho gradito :-))

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: