Archive for gennaio 2008

Dubbi da sinistra

Che fare, che pensare?
 
Attendere pazientemente il ritorno del Mastellone sapendo quanto è sporco

(perché è possibile, anzi probabile data la difficile prova di un reato tanto labile, che sia prosciolto dalle accuse, il che non lo rende politicamente meno esecrabile; vale per lui quello che a suo tempo ho detto di Berlusconi qui, e che riassumo per chi non ha voglia di rileggerlo: non essere condannati per un reato non sempre significa che non hai fatto porcate, significa talvolta che per quelle porcate non ti metteranno in galera, e basta.)
 
oppure
 
fare il bel gesto di allontanarlo, mandando di fatto a gambe all’aria un governo che –almeno per chi la vede come me- fa leggermente meno schifo del precedente
 
(in cui, per esempio, il ministro dei Lavori Pubblici assegnava tali lavori direttamente all’impresa di famiglia, saltando quindi un passaggio rispetto al macchinoso sistema Mastella, che di passaggi ne prevede addirittura  due)

e molto probabilmente anche del prossimo?
 
Davvero me lo chiedo, e –anche se non sono abituato ad ammetterlo- una risposta proprio non ce l’ho, ammesso che un vago accenno di nausea non sia una risposta, cosa che non credo.
 

Zittirlo?

Ma come, zittirlo? Cari docenti dell’Università di Roma La Sapienza, uno che esce con una tale grottesca affermazione:

 "All’epoca di Galileo la Chiesa rimase molto più fedele alla ragione dello stesso Galileo.
Il processo contro Galileo fu ragionevole e giusto".
Cardinale Joseph Ratzinger, 15 marzo 1990, Parma.

lungi dal meritare la vostra censura, andrebbe ringraziato di esistere, andrebbe sfidato a ripetere la boiata e bisognerebbe poi stare a sorbirsi il resto della sua ideologia con un sorrisone stampato sulla faccia.

Zittendolo, gli fate un favore. E, permettendogli di fare la vittima, gliene fate due.

 

 

Ospitalità.

L’ospitalità è far sentire i tuoi ospiti a casa loro,
anche se tu vorresti che ci fossero davvero – a casa loro.

(Anonimo)