La voce dell’innocenza.

Ci alziamo da tavola dopo il dolce, è il pranzo in famiglia per la prima comunione di mio nipote Matteo. Ho deciso di far passeggiare i cani, che se ne sono stati buoni sotto il tavolo a chiedere bocconi con l’educazione e il tatto richiesti.
Ovviamente mi si forma dietro il solito codazzo di bambini, tipo pifferaio di Hamelin.
Tutti vogliono reggere il guinzaglio dei cani, per cui, tutto compreso nel mio ruolo di adulto, sentenzio: "ci sono due cani e quattro bambini, facciamo i turni".
"Io direi cinque, perchè mio zio è un po’ bambino", sentenzia Matteo.
Spero di avere nascosto a dovere la mia soddisfazione per un tale complimento.

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by millaemonnez on maggio 20, 2008 at 10:11 pm

    bellissimo complimento davvero! 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: