Archive for dicembre 2008

Pellegrini in volo (e io pago!)

Dal "Corriere" di lunedì 29 dicembre, pag. 10, titolo: "Tutte le poltrone libere per i politici bocciati".
L’articolo illustra, con dovizia di nomi e cognomi, l’abitudine dei governi di centro-sinistra-centro-destra-centro-centro di sistemare gli amicuzzi al termine delle elezioni. Niente di particolarmente eclatante, per chi sappia già di vivere nell’Italia di questi giorni.

Tuttavia, leggete qua:

"[…] Come è vero che Antonio Martusciello, già potentissimo luogotenente di Berlusconi in Campania, attualmente privo di seggio parlamentare, è stato prontamente recapitato alla presidenza di Mistral Air.

(E, fin qua, nulla di sorprendente; nemmeno si tratta di un’amante del premier, cosa volete, che mi stupisca? Ma andiamo piuttosto a vedere cosa si cela, dietro Mistrail Air.)

Cos’è? Una compagnia aerea fondata nel 1981 da Bud Spencer ma posseduta dalle poste italiane, che assiste fra l’altro l’Opera romana pellegrinaggi nei collegamenti con Lourdes, Santiagio de Compostela, Chestochowa… […]

Vi invito a soffermarvi sugli elementi della notizia: esiste in Italia

  • una compagnia di volo gestita dallo Stato: in Alitalia non si erano fatti abbastanza danni, occorreva differenziare gli investimenti in perdita. Più compagnie di volo, più bilanci in rosso.
  • attraverso le Poste, note altresì per celerità, precisione, organizzazione. Probabilmente qualche pellegrino è sperduto dal 1981 nel deposito postale di Chestochowa, dove probablimente il deposito postale non esiste neppure.
  • fondata da Bud Spencer, massì, come no? O lui o Terence Hill, o Aldo Maccione, chi altri potrebbe avere oggi le credenziali per fare volare degli aerei? La CAI? Non fatemi ridere!
  • che recapita pellegrini da un luogo sacro all’altro. Soldi pubblici ben spesi, devo dire: il mio interesse di cittadino a vedere volare un pellegrino (che, ne converrete, già sa di miracolo) è secondo solo all’esigenza di respirare ossigeno e viene ben prima dell’aspirazione al pareggio di bilancio statale.

Adesso sapete cosa scrivere, nello spazio "Perchè richiedete asilo politico?", sul modulo che troverete a disposizione nell’ambasciata di un qualsiasi Paese che abbia conservato il senso del ridicolo.
Come ha fatto Iorek.

Feste con Michele

I tre sms celebrativi di Michele:

.

La vigilia:

La partenza per le campagne ha avuto luogo dopo la cerimonia di spegnimento del frigo che ho compiuto in tenuta chimico-nucleare-battereologica a causa di un prodotto caseario, non identificabile per specie, dimenticato da mesi al suo interno. Ho successivamente configurato il bagagliaio della mia station in modalità "emigrante lucano" per far si che mia moglie desse sfogo alla sua fantasia. Tra le masserizie di questa tornata segnalo apparecchi da aereosol e prova pressione oltre che un curioso termometro che misura la temperatura dall’orecchio. A gennaio 4ruote farà servizio sull’arte di stipare l’auto con intervista alla mia signora; domani Natale modello "tappone pirenaico" confido di vincere un gran premio della montagna.

 

Natale:

Auguri auguri! Ho trascorso un Natale da eroi! Sciami, plotoni, brigate, falangi di parenti! Segnalo sessione con suocero tra ore 15 e ore 15 e 30 riguardante il blocco del lavoro nella raffineria di Pero durante la crisi di Suez (non ha proiettato slides). Lo zio di Genova (fratello del suocero) verso le 16 ha declamato il coro de L’Adelchi (non richiesto ma ha riscosso un discreto successo). Suocera ciarliera, mia madre in modalità "Paola di Liegi". Segnalo di avere ingerito un numero di calorie pari al PIL del Molise. Un grazie alla protezione civile capitanata dal dottor Guido Bertolaso che ha agevolato lo sgombero ed il rientro dei parenti alle loro magioni con ordine e senza inghippi di sorta. Auguri ancora a tutti

.

Santo Stefano:

La vigilia degli ultimi Natale le ho trascorse montando giuochi di rara difficoltà. Il Castello Playmobil del 2006 è ancora al vaglio del catasto. Date le dimensioni dell’ala nord abbiamo chiesto modifica al piano regolatore e siamo in attesa di risposta. Quest’anno no. Mia moglie ha deciso di assecondare la vena artistica del piccolo Beretta; tastiera 88 tasti. 28 registri, 102 ritmi, 36 strumenti campionati. La creatura è posseduta dal demone di Emerson, Lake &Palmer; inzialmente credevo fosse law firm londinese invece no, è ben altra cosa!  Il giovin Beretta accompagna la mia giornata monferrina con il seguente annuncio: Papi senti questa! E via con sambe, rumbe, polke, tip-tap tempi sincopati e ritmi caraibici. Segnalo caffè del mattino (di oggi S.Stefano) sorbito a ritmo di Besame mucho, pranzo con sottofondo di cornamuse galiziane, momento di relax post prandiale con evergreen tra cui "You are my destiny" cantata alla Paul Anka. In serata un vespro con organo. Per cena ci attende "piano bar": che sia un modo per farci capire che egli desideri un fratellino?. Non ho montato nulla, è bastato collegarlo alla presa…. e si é scatenata la festa!

Feste con Michele

I tre sms celebrativi di Michele:

.

La vigilia:

La partenza per le campagne ha avuto luogo dopo la cerimonia di spegnimento del frigo che ho compiuto in tenuta chimico-nucleare-battereologica a causa di un prodotto caseario, non identificabile per specie, dimenticato da mesi al suo interno. Ho successivamente configurato il bagagliaio della mia station in modalità "emigrante lucano" per far si che mia moglie desse sfogo alla sua fantasia. Tra le masserizie di questa tornata segnalo apparecchi da aereosol e prova pressione oltre che un curioso termometro che misura la temperatura dall’orecchio. A gennaio 4ruote farà servizio sull’arte di stipare l’auto con intervista alla mia signora; domani Natale modello "tappone pirenaico" confido di vincere un gran premio della montagna.

 

Natale:

Auguri auguri! Ho trascorso un Natale da eroi! Sciami, plotoni, brigate, falangi di parenti! Segnalo sessione con suocero tra ore 15 e ore 15 e 30 riguardante il blocco del lavoro nella raffineria di Pero durante la crisi di Suez (non ha proiettato slides). Lo zio di Genova (fratello del suocero) verso le 16 ha declamato il coro de L’Adelchi (non richiesto ma ha riscosso un discreto successo). Suocera ciarliera, mia madre in modalità "Paola di Liegi". Segnalo di avere ingerito un numero di calorie pari al PIL del Molise. Un grazie alla protezione civile capitanata dal dottor Guido Bertolaso che ha agevolato lo sgombero ed il rientro dei parenti alle loro magioni con ordine e senza inghippi di sorta. Auguri ancora a tutti

.

Santo Stefano:

La vigilia degli ultimi Natale le ho trascorse montando giuochi di rara difficoltà. Il Castello Playmobil del 2006 è ancora al vaglio del catasto. Date le dimensioni dell’ala nord abbiamo chiesto modifica al piano regolatore e siamo in attesa di risposta. Quest’anno no. Mia moglie ha deciso di assecondare la vena artistica del piccolo Beretta; tastiera 88 tasti. 28 registri, 102 ritmi, 36 strumenti campionati. La creatura è posseduta dal demone di Emerson, Lake &Palmer; inzialmente credevo fosse law firm londinese invece no, è ben altra cosa!  Il giovin Beretta accompagna la mia giornata monferrina con il seguente annuncio: Papi senti questa! E via con sambe, rumbe, polke, tip-tap tempi sincopati e ritmi caraibici. Segnalo caffè del mattino (di oggi S.Stefano) sorbito a ritmo di Besame mucho, pranzo con sottofondo di cornamuse galiziane, momento di relax post prandiale con evergreen tra cui "You are my destiny" cantata alla Paul Anka. In serata un vespro con organo. Per cena ci attende "piano bar": che sia un modo per farci capire che egli desideri un fratellino?. Non ho montato nulla, è bastato collegarlo alla presa…. e si é scatenata la festa!

Corrierino delle famiglie 13

"Faffo?"
"Sì?"
"Sono orrendamente felice."
"Orrendamente?"
"Sì."

"E orribilmente?"
"Sì, anche."

"E verminosamente? Sei verminosamente felice?"
"Sì, sono verminosamente felice."

"Buon natale."
"Buon natale."


Corrierino delle famiglie 13

"Faffo?"
"Sì?"
"Sono orrendamente felice."
"Orrendamente?"
"Sì."

"E orribilmente?"
"Sì, anche."

"E verminosamente? Sei verminosamente felice?"
"Sì, sono verminosamente felice."

"Buon natale."
"Buon natale."


Buonnatale.

Civiltà dei consumi, massificazione e bla bla bla.
Poi, il 24 pomeriggio sei a Milano in giro per corso Buenos Aires.

Almeno, ho finito il giro prima delle 20.30.
Miglioro.

Buon natale a tutti.

Buonnatale.

Civiltà dei consumi, massificazione e bla bla bla.
Poi, il 24 pomeriggio sei a Milano in giro per corso Buenos Aires.

Almeno, ho finito il giro prima delle 20.30.
Miglioro.

Buon natale a tutti.