Crucifige!

La Francia propone all’ONU la depenalizzazione dell’omosessualità. In altre parole, chiede che al mondo una persona non possa più essere incarcerata, picchiata o messa a morte (in 19 Paesi al mondo questa è la pena) per avere seguito le proprie inclinazioni sessuali (o per avere peccato, come preferite).
 
Prende quindi la parola un uomo che si qualifica come Osservatore all’ONU della Santa Sede, carica la cui presenza ed esistenza sono già sufficienti a rendermi perplesso. E la sua dichiarazione è: siamo contrari. In altre parole, continuate a imprigionarli, picchiarli, ucciderli.
Sono lontani i tempi in cui ho frequentato il catechismo e ammetto di non avere mai primeggiato in quella materia, soprattutto perché lo frequentavano bambine troppo carine che mi distraevano: tuttavia, mi pare di ricordare che, quando ad essere perseguitati erano i cristiani, se la fossero presa a male. Si vede che i tempi, e soprattutto i giudizi, cambiano.
 
E, fin qui, per quanto in leggero disaccordo (una sfumatura di disapprovazione del tipo ma quanto siete teste di cazzo?) non mi sembra di potere attaccare sul piano logico la posizione dell’ alto –altissimo- prelato.
Tuttavia, il certificato rappresentante dell’interpretazione della parola di Dio presso l’ONU sente il dovere di giustificare la propria posizione. Strano, credevo che il vecchio caro perché l’ha detto Dio, vuoi vedere l’sms che mi ha mandato? fosse ancora la migliore argomentazione possibile per chi si prende la briga di sostenere simili posizioni.
 
E qui –seguite bene- parte il seguente ragionamento: “non vogliamo che si creino nuove e più implacabili discriminazioni, per esempio mettendo alla gogna gli Stati che non riconoscono i matrimoni fra persone dello stesso sesso.” (E’ virgolettato perché testuale.)
Non so voi: io l’ho dovuto rileggere tre volte: la prima perché francamente non avevo capito, la seconda per vedere se davvero avevo capito, la terza per crederci, che l’avesse detto davvero.
 
La teoria propugnata dal seguace di Cristo di carriera è, se davvero l’ho capita e se potete crederci: se li tiriamo giù dalla forca, questi poi ci chiedono di farli sposare: ma vi pare? Quindi, date un calcio a quello sgabello e facciamola finita. Ah, aspettate, che prima lo confesso.
 
Un altro passo avanti delle gerachie ecclesiastiche verso il comune sentire, verso la sensibilità di una popolazione civile e democratica, e soprattutto verso -tutto sommato- la predicazione di Gesù Cristo.
 
Poi, quando noi laici troviamo inopportuna l’ostensione di un crocefisso in un’aula scolastica o di giustizia, chiedeteci perché.
Annunci

19 responses to this post.

  1. Posted by paciuko on dicembre 2, 2008 at 1:51 pm

    Viviamo in un mondo talmente folle che i pochi che maggiormente s’avvicinano alla salute psichica li rinchiudono nei centri di igiene mentale!

    Rispondi

  2. Posted by anonimo on dicembre 2, 2008 at 3:04 pm

    perfetto.

    Rispondi

  3. Posted by lascar on dicembre 2, 2008 at 3:50 pm

    Per fortuna che il vaticano è solo osservatore all’ONU e non membro. Fosse stato membro forse avrebbe anche voluto avere voce in capitolo.

    Rispondi

  4. Posted by ardentefiamma on dicembre 2, 2008 at 6:51 pm

    Ne pro ne contro l’omosessualità (sono cavoli di ogni individuo). Ma questa sovraesposizione mediatica del mondo gaio non vi fa riflettere? Un conto sono gli interessi dei singoli omosessuali, un conto farli diventare oggetto di relazioni internazionali od affari di stato. Se il Bangladesh, ad esempio, condanna l’omosessualità non vedo perchè la Società delle nazioni debba invadere la sovranità del Bangladesh. O credete ancora alla pace perpetua di Kant? E se fosse qualcuno interessato a promuovere queste cause come altri ebbero interessi a promuovere l’abolizionismo non per fini
    umanitari? (Questa è storia ragazzi, non potete dire di no!)

    Rispondi

  5. Posted by anonimo on dicembre 3, 2008 at 8:34 am

    ardentefiamma: il tuo relativismo è sconvolgente. Un mondo che si dice civile non può accettare la pena di morte sopratutto per motivi veniali quali l’omosessualità o l’adulterio. Per questo commento ti condannerei al massimo all’ergastolo.

    Rispondi

  6. Posted by Xantro on dicembre 3, 2008 at 5:10 pm

    Firmarsi, perfavore. Pena, la censura.

    Rispondi

  7. Posted by ardentefiamma on dicembre 3, 2008 at 5:13 pm

    Quanti morti sul cammino della “civiltà”… forse più di quanti se ne sono avuti per punire reati, giusti o meno che siano… I veri relativisti sono le persone come te che del buonismo ipocrita, della falsa carità e della magnanimità di facciata si riempiono la bocca, ma ne tu ne qualunque lobbysta occulto potrete mai soffocare i pensieri non conformi. Non potrete mai imporre “erga omnes” stili di vita, pratiche e costumi che siano lontani dall’essere definibili come umani.

    Rispondi

  8. Posted by anonimo on dicembre 4, 2008 at 7:33 am

    Fermo restando il fatto che il complottismo mi fa venire le bolle (e di questo mi scuso), ma io non ho tanto capito il commento di ardentefiamma.
    A me sembrava semplice. Da una parte, c’e’ chi mette in galera, maltratta (anche solo levandogli il posto sull’autobus) chi non fa nulla, a parte non andare a letto con esseri umani con un corredo cromosomico diverso dal proprio. Dall’altra, c’e’ chi dice “Ehi, a me non sembra giusto. Facciamo stare in piedi sull’autobus chi ad esempio ruba gli autoradio”.
    Poi arriva uno che dice “A me un tale che non ho mai ne visto ne sentito mi ha detto (anzi, ha scritto su un libro che comunque avra’ pure 3000 anni, ma che stampano a Vigevano) che non si deve andare a letto solo con chi e’ diverso cromosomicamente da noi – sacrestie a parte* -, se no chi ruba gli autoradio ci rimane male che tutti lo pernacchino perche’ e’ in piedi sull’autobus”.
    A me sembrava semplice, dicevo.
    Iorek

    *qui un leggiadro riferimento ad abusi su minori da parte di esimi porporati. ANche loro seduti, anzi sedutissimi sull’autobus anche all’ora di punta e circondati di doonne incinte.

    Rispondi

  9. Posted by ardentefiamma on dicembre 4, 2008 at 6:32 pm

    Per Iorek:
    cara vecchia conoscenza, sei sempre il solito eh?
    Già la mia risposta era un tantino ermetica, ci hai pensato tu a complicare le cose.
    Che ti possa sembrare strano sono assolutamente lontano dalla chiesa e dal suo parere in questa circostanza.
    Ma dato che gli anticlericali accaniti come te, finito di sparare ai fascisti, sparano ai preti perchè sono vestiti di nero e fanno di tutt’erba un fascio vedendo bigotti ovunque sono qui a fare i dovuti distinguo.
    La mia via non è ne bigotta ne bolscevica, la mia via è della ferrea resistenza a chi fa delle strumentalizzazioni dall’uno e dall’altro lato. Di movimenti pro questo e pro quell’altro ne ho le palle piene perchè so benissimo che sono funzionali solo a dei precisi interessi. Come gli ex brigatisti neri Mambro e Fioravanti che adesso fanno gli attivisti di “Nessuno tocchi Caino” Quindi un pò di onestà intellettuale non fa male a nessuno.

    Rispondi

  10. Posted by Xantro on dicembre 5, 2008 at 1:44 pm

    @ Paciuko: temo l’alto prelato sia lucidissimo. Sono quelli che ascoltano gli alti prelati che dovrebbero farsi delle domande.

    @ Spinoza: grazie. (Per un blogger, visita con commento di Espinoza = investitura)

    @ anonimo: non ti censuro perché cadrebbe il senso della risposta di Ardy The Black. Ma ti guardo brutto, to’!

    @ iorek: ho riletto la tua risposta più volte di quante abbia riletto quella dell’Osservatore Vaticagno. Ti pare bello prendersi gioco di uno che dovrebbe anche trovare il tempo di seguire i grafici dei mercati in picchiata?

    Infine, @ Ardy The Black. Ci (ti) piaccia o meno, il diritto internazionale, in assenza di una Costituzione mondiale, è per sua natura un diritto di “foraza”,nel senso in cui si fa normalmente pressione su altri satti per far fare loro qualcosa che da soli non farebbero. L’ONU è ancora la migliore camera di composizione di questi scontri di forze contrapposte.
    Qunid, non trovo né scandaloso né anomalo che “interessi” vengano spinti in qualla sede con azioni di pressione. Specialmente quando tali “interessi” coincidano -a mio parere- con elementari e basilari norme di civiltà, di non-discriminazione e in definitiva di non-violenza.
    Lasciare il mondo com’è, difendendo i localismi e le tradizioni (tra cui: lapidazioni, tortura, infibulazione… vado avanti?) *in quanto tali*, non mi pare un obiettivo condivisibile. Così come non sarebbe condivisibile cancellarli *in quanto localismi*.
    Bisogna saper distinguere. Nel caso in questione, io dubbi non ne ho.

    Rispondi

  11. Posted by ardentefiamma on dicembre 5, 2008 at 5:13 pm

    Quindi tu in nome del diritto internazionale (oggetto volante non identificato, oppure, come definito dalla gran parte dei prof. di diritto internazionale, inesistente) tu giustificheresti anche quell’abominio che origina dalle lobby di tecnocrati comunitari e che prende il nome di “diritto della Comunità Europea”?
    Capisco la tutela dei diritti civili fondamentali, capisco la messa al bando di pratiche a dir poco oscene dettate dal degrado oscurantista della religione. Non capisco il focalizzarsi assiduamente su determinate tematiche mografiche che esulano dalla vita dei citadini che, ogni giorno si spaccano la schiena e vanno a lavoro, o comunque, in un modo o nell’altro affrontano la vita senza troppi piagnistei. E come non lo capisco io, anche tantissimi giovani dell’Onda e tantissimi elettori della sinistra, radicale o meno, non lo capiscono. Non capiscono, come si è visto ieri nella puntata di Anno Zero, i piagnistei, gli strilletti ed i gridolini di persone come il nostro caro Obama Transgender, al secolo Vladimiro Guadagno. Scusate il francesismo, ma se dobbiamo preoccuparci solo dei diritti di chi ama il fallo da tergo, meglio preoccuparci di chi il fallo da tergo lo riceve pur non gradendolo, cioè noi!
    Sia chiaro, ti ringrazio sempre della squisita ospitalità, e ti rispetterò sempre come “mente che pensa” Aug!

    Rispondi

  12. Posted by anonimo on dicembre 10, 2008 at 4:41 am

    La tua risposta al mi commento mi ha divertito molto, Ardy. Non avendo mai sparato ne a fascisti ne a preti (e vantando una lunga carriera oratoriale, ne avrei avuto modo eccome – molti preti erano pressoche’ immobili) non posso che farmi una risata.
    Se pensi davvero che ci stiamo preoccupando “solo dei diritti di chi ama il fallo da tergo”, non ho granche’ da dirti. Mi chiedo solo se pensi anche che in fondo quelle fottute foche bianchiccie dell’antartide e’ anche ora si estinguano, che cosi’ non ci distraggono piu’ dall’occuparci dei veri problemi?
    Anch’io non ho particolari dubbi, nel caso specifico.
    Iorek

    Rispondi

  13. Posted by ardentefiamma on dicembre 11, 2008 at 4:12 pm

    In tema di animali, li preferisco agli uomini visto che tante baldracche borghesi amano coprirsi delle loro pellicce. E nel caso specifico io sono perchè chi si spacca le reni al lavoro spacchi la testa ai bracconieri, tanto per ammazzare il tempo. Perchè affannarsi tanto per chi va a scrivere cose indegne nei cessi della stazione ed ivi fa la posta a malcapitati passanti per abbordare? O pensi che gli omosessuali siano tutte persone rispettabili? (ce ne sono anche, per carità.) E visto che anche tanti etero sono poco rispettabili, non vedo perchè debba tanto svenarmi per chi rappresenta la feccia, sia etero che omo che trans o quello che vi pare. Capirete un giorno di essere solo ignari ascari di un sistema già deciso a priori?

    Rispondi

  14. Posted by Xantro on dicembre 12, 2008 at 11:31 am

    Anche secondo me Iorek è un ignaro ascaro. Qualunque cosa significhi, suona truce a sufficienza.
    😉

    Rispondi

  15. Posted by ardentefiamma on dicembre 15, 2008 at 8:07 pm

    truce ed efficace, ci vorrebbe un ideogramma ;-D

    Rispondi

  16. Posted by anonimo on dicembre 17, 2008 at 8:36 am

    Piantatela di scherzarci. Sono allergico agli aScari. Ignari o consapevoli, starnutisco.
    Iorek

    Rispondi

  17. Posted by ardentefiamma on dicembre 17, 2008 at 3:53 pm

    mi dispiace, strana forma d’allergia la tua… allergico alla propria persona…

    Rispondi

  18. Posted by anonimo on dicembre 18, 2008 at 1:44 am

    E’ un po’ come l’artrite reumatoide. Autoallergie. Una vitaccia.
    Iorek

    Rispondi

  19. Posted by ardentefiamma on dicembre 22, 2008 at 4:37 pm

    Dai facciamo pace, a Natale siamo tutti più buoni, anche noi fiamme ardenti 😀

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: