Pellegrini in volo (e io pago!)

Dal "Corriere" di lunedì 29 dicembre, pag. 10, titolo: "Tutte le poltrone libere per i politici bocciati".
L’articolo illustra, con dovizia di nomi e cognomi, l’abitudine dei governi di centro-sinistra-centro-destra-centro-centro di sistemare gli amicuzzi al termine delle elezioni. Niente di particolarmente eclatante, per chi sappia già di vivere nell’Italia di questi giorni.

Tuttavia, leggete qua:

"[…] Come è vero che Antonio Martusciello, già potentissimo luogotenente di Berlusconi in Campania, attualmente privo di seggio parlamentare, è stato prontamente recapitato alla presidenza di Mistral Air.

(E, fin qua, nulla di sorprendente; nemmeno si tratta di un’amante del premier, cosa volete, che mi stupisca? Ma andiamo piuttosto a vedere cosa si cela, dietro Mistrail Air.)

Cos’è? Una compagnia aerea fondata nel 1981 da Bud Spencer ma posseduta dalle poste italiane, che assiste fra l’altro l’Opera romana pellegrinaggi nei collegamenti con Lourdes, Santiagio de Compostela, Chestochowa… […]

Vi invito a soffermarvi sugli elementi della notizia: esiste in Italia

  • una compagnia di volo gestita dallo Stato: in Alitalia non si erano fatti abbastanza danni, occorreva differenziare gli investimenti in perdita. Più compagnie di volo, più bilanci in rosso.
  • attraverso le Poste, note altresì per celerità, precisione, organizzazione. Probabilmente qualche pellegrino è sperduto dal 1981 nel deposito postale di Chestochowa, dove probablimente il deposito postale non esiste neppure.
  • fondata da Bud Spencer, massì, come no? O lui o Terence Hill, o Aldo Maccione, chi altri potrebbe avere oggi le credenziali per fare volare degli aerei? La CAI? Non fatemi ridere!
  • che recapita pellegrini da un luogo sacro all’altro. Soldi pubblici ben spesi, devo dire: il mio interesse di cittadino a vedere volare un pellegrino (che, ne converrete, già sa di miracolo) è secondo solo all’esigenza di respirare ossigeno e viene ben prima dell’aspirazione al pareggio di bilancio statale.

Adesso sapete cosa scrivere, nello spazio "Perchè richiedete asilo politico?", sul modulo che troverete a disposizione nell’ambasciata di un qualsiasi Paese che abbia conservato il senso del ridicolo.
Come ha fatto Iorek.

Annunci

15 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on dicembre 30, 2008 at 1:51 am

    Sant’Iddio.
    Bud Spencer. E immagino che nell’organigramma societario risulti proprio come “Spencer, Bud”.
    Coraggio.
    Iorek

    Rispondi

  2. Posted by anonimo on dicembre 30, 2008 at 1:51 am

    Sant’Iddio.
    Bud Spencer. E immagino che nell’organigramma societario risulti proprio come “Spencer, Bud”.
    Coraggio.
    Iorek

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on dicembre 31, 2008 at 9:54 am

    i pellegrini però pagano bene, fidati (anche i dispersi: ovviamente pagano in anticipo 😛 ).

    [ll]

    Rispondi

  4. Posted by anonimo on dicembre 31, 2008 at 9:54 am

    i pellegrini però pagano bene, fidati (anche i dispersi: ovviamente pagano in anticipo 😛 ).

    [ll]

    Rispondi

  5. Posted by RunLolaRun on gennaio 3, 2009 at 10:29 pm

    ma al posto della benzina ci mettono l’acqua un po’ puzzolente delle madonnine di lourdes? quella che prima o poi ogni nipote con nonna devota è costretto a bere?

    Rispondi

  6. Posted by RunLolaRun on gennaio 3, 2009 at 10:29 pm

    ma al posto della benzina ci mettono l’acqua un po’ puzzolente delle madonnine di lourdes? quella che prima o poi ogni nipote con nonna devota è costretto a bere?

    Rispondi

  7. Posted by anonimo on gennaio 4, 2009 at 4:54 pm

    guarda che non va bevuta, va aspersa!!!
    [ll]

    Rispondi

  8. Posted by anonimo on gennaio 4, 2009 at 4:54 pm

    guarda che non va bevuta, va aspersa!!!
    [ll]

    Rispondi

  9. Posted by anonimo on gennaio 5, 2009 at 4:46 am

    Ops.
    Burp.
    Iorek

    Rispondi

  10. Posted by RunLolaRun on gennaio 5, 2009 at 6:52 pm

    consiglio la lettura di “i frutti dimenticati” di Cristiano Cavina, con nonna in odore di santità fornita di megamadonnona di lourdes e relativa mega scorta di acua puzzolente 😉

    Rispondi

  11. Posted by RunLolaRun on gennaio 5, 2009 at 6:52 pm

    consiglio la lettura di “i frutti dimenticati” di Cristiano Cavina, con nonna in odore di santità fornita di megamadonnona di lourdes e relativa mega scorta di acua puzzolente 😉

    Rispondi

  12. Posted by RunLolaRun on gennaio 5, 2009 at 6:53 pm

    acQua acQua, è gesù che mi punisce. Scusa xantro -_-
    Non mi resta che prenotarmi il volo

    Rispondi

  13. Posted by RunLolaRun on gennaio 5, 2009 at 6:53 pm

    acQua acQua, è gesù che mi punisce. Scusa xantro -_-
    Non mi resta che prenotarmi il volo

    Rispondi

  14. Posted by Xantro on gennaio 6, 2009 at 9:51 am

    (He he he, acua! He he he) Grazie Lola della dritta (he he he).

    Rispondi

  15. Posted by Xantro on gennaio 6, 2009 at 9:51 am

    (He he he, acua! He he he) Grazie Lola della dritta (he he he).

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: