Il ponte sullo stretto sismico.

La tragedia del terremoto in abruzzo fa riflettere: perlomeno, chi è in grado di farlo.
Non appartiene a questa categoria, evidentemente, il premier Silvio Delirio Berlusconi.
Da più parti si levano voci che fanno notare che in Italia esiste una zona ancora più sismica de L’Aquila, ed è Reggio Calabria, dove la percentuale delle case costruite con criteri antisismici non va olte un quarto. E Messina non è messa meglio.
Qualcuno si è sbilanciato a dire che -forse, magari, se ci è concesso alzare il ditino e fare un’osservazione- sette miliardi per un colossale ponte in zona sismica sono una spesa meno necessaria dell’intervento della case dove vivono le famiglie di quella città, destinate a crollare al primo scossone. Magari meno appariscente, e certo non destinato a fare entrare Sua Maestà Silvio I nella storia, ma atto a salvare vite umane e a non precipitare nella miseria dei cittadini.
Puntuale, è giunta la risposta del nostro premier, sicuramente sofferta quanto meditata:
"l Ponte sullo Stretto e’ un’opera prioritaria. Perche’ grazie al Ponte finalmente i siciliani saranno italiani al cento per cento." Cioé, potenziali terremotati.
Impregilo ringrazia.

Berlusconi ha delle priorità dei cittadini l’idea che potevano averne Ceausescu o Caligola. Con rispetto parlando per quei degnissimi capi di stato, si intende.

Annunci

8 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on aprile 8, 2009 at 6:55 am

    Si’, credo si riferisse al fatto che non sei al 100% italiano se non ti muovi in mezzo alle macerie in un paesaggio degradato. Metaforicamente e non.
    Iorek

    Rispondi

  2. Posted by anonimo on aprile 8, 2009 at 6:55 am

    Si’, credo si riferisse al fatto che non sei al 100% italiano se non ti muovi in mezzo alle macerie in un paesaggio degradato. Metaforicamente e non.
    Iorek

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on aprile 8, 2009 at 7:33 am

    Vuole prendersi il diritto di poter chiamare coglioni anche i siciliani, visto che l’ultima volta probabilmente non si sono sentiti chiamati in causa…
    Paolo

    Rispondi

  4. Posted by anonimo on aprile 8, 2009 at 7:33 am

    Vuole prendersi il diritto di poter chiamare coglioni anche i siciliani, visto che l’ultima volta probabilmente non si sono sentiti chiamati in causa…
    Paolo

    Rispondi

  5. Posted by anonimo on aprile 10, 2009 at 1:17 pm

    … impregilo ringrazia … certo hanno pure una marea di sabbia …di mare tutto intorno da usare come impasto nel cemento …

    simo

    Rispondi

  6. Posted by anonimo on aprile 10, 2009 at 1:17 pm

    … impregilo ringrazia … certo hanno pure una marea di sabbia …di mare tutto intorno da usare come impasto nel cemento …

    simo

    Rispondi

  7. Posted by RunLolaRun on aprile 16, 2009 at 6:55 am

    Guarda che ti faccio sospendere dal blog.
    Silvius Minchius Maximus.
    (amico di sempve di Mavco Pisellonio)

    Rispondi

  8. Posted by RunLolaRun on aprile 16, 2009 at 6:55 am

    Guarda che ti faccio sospendere dal blog.
    Silvius Minchius Maximus.
    (amico di sempve di Mavco Pisellonio)

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: