“L’uomo che ama”

Ieri sera, su Sky, ho visto un film diretto da Maria Sole Tognazzi, con Pierfrancesco Favino.

Genere: fantascienza. C’era uno che stava con Monica Bellucci, e poi la lasciava.

Figuriamoci.
 

Annunci

6 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on novembre 1, 2009 at 10:19 am

    Anche io ho visto un film di Fantapolitica:
    c’era uno che pagava  3000 euro a botta (forse cinque), quando da  fonti attendibili è noto che il prezzo su tutte le strade italiane è " cinquanta di bocca e ciento l’ammmmmmmmmmorre".
    Per un paladino dei consumatori è veramente uno smacco. Chiederei l’intervento di "mi manda raitre" per appurare l’abuso nei confronti di "povero" polititico finito in mutande davanti a un travone.

    Per par condicio dovresti dedicare al caso due righe.
    ciao GIgi

    Rispondi

  2. Posted by pbagnoli on novembre 1, 2009 at 7:32 pm

    Certe cose non dovrebbero nemmeno passare in televisione: lo spettatore semplice e non smaliziato potrebbe essere indotto ad equivocare. E poi, questo messaggio viene diramato da un film diretto dalla figlia di uno dei più colossali estimatori della topa che la nostra Penisola abbia prodotto.
    Piantala di rimbesuirti con queste assurdità: io aspetto sempre il video Bellucci/Jolie di cui hai fatto un cenno qualche tempo fa.
    Da allora non dormo più molto tranquillo.

    Rispondi

  3. Posted by Xantro on novembre 1, 2009 at 9:36 pm

    @ Gigi: par condicio una fava, se mi consenti la sintesi. Quando Marrazzo avrà fatto di sé "il più grande presidente del Consiglio in 150 anni" allora gli dedicherò l’attenzione che merita. Il che avverrà, probabilmente, nell’esatto momento (in pratica, mai) in cui tu (sempre in omaggio alla par condicio) avrai chiarito che da parte della sindaca Moratti far pagare alle casse del comune i libelli con cui si autocandida ad un nuovo mandato è abuso e peculato tanto quanto due pieni di benzina per andare a trans.
    Detto questo: 
    1) Sul caso Marrazzo ho un sms di Michele da pubblicare, ma ho problemi di trasferimento al pc e ti farò aspettare; tanto, a non far cadere la tensione, ci pensano i giornali familiari del B.
    2) Anche a me la cinquemila non mi si spiega. Che, se non pagasse la cocaina, ci sarebbe da ritenere di trovarsi davanti al più grosso coglione della storia, dopo quello che lasciò i Beatles perché non avavano futuro.

    @ Pietro. Eh, eh, vero; non avevo rilevato la contraddizione, il povero Umberto si starà rivoltando nella tomba. Sul resto, siamo in due.

    Rispondi

  4. Posted by anonimo on novembre 2, 2009 at 1:17 am

    Chi e’ Umberto? Intendi forse Ottavio (vero nome del secondo piu’ grande attore italiano)?
    Iorek 

    Rispondi

  5. Posted by anonimo on novembre 3, 2009 at 11:39 am

    Miiii, io coi nomi…. pensa che stavo per scrivere Ugo, poi mi son detto: "Mano, quello è Fantozzi. Dev’essere Umberto."
    Poi te mi vieni a dire che pure Ottavio, si chiamava.
    Facciamo che avete capito, no? Vado amettere la testa sotto l’acqua, mi bolle.

    Rispondi

  6. Posted by anonimo on novembre 4, 2009 at 3:00 am

    ahahah ti avevo sopravvalutato, al solito (il pensiero fu "ah, guarda la fiinezza stilnovistica di Xantro che cita Tognazzi col suo vero nome – seppur, essendo Xantro – sbagliato).
    Non lo faccio piu’.
    Iorek 

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: