Una proposta per farla finita.

Sono incazzato, umiliato, stanco.
Mi è difficile scherzare su quanto è successo ieri: a firma di Gasparri e di un’altra marionetta di cui non mi do la pena neppure di cercare di ricordare il nome (la faccia il padrone del servo, questa fatica) un disegno di legge è stato presentato in Parlamento.
"Processo breve", hanno definito questa farsesca disposizione, così chiaramente ad personam che neppure ci si da la briga di fingere che non riguardi i processi di Silvio B. Lo dicono chiaramente gli esponenti del PdL, lo dicono i giornali di casa Berlusconi.

La farsa sta nella logica:
"I processi in Italia durano troppo."
"Giusto, li sveltiamo?"
"No, li chiudiamo."

Ma di grave, così grave da avere a che fare con una criminale responsabilità più che con la farsa, ci sono le conseguenze di questo disegno di legge.
Se volete fare un’escursione fra i processi che finiranno al macero, potete leggerli qui. Se volete un rapido e tutt’altro che esaustivo elenco dei più clamorosi, vi cito i casi di Parmalat, Cirio, Antonveneta, Enelpower, Thyssen, Eternit, clinica Santa Rita e lo scandalo rifiuti della Regione Campania. Più tutti gli altri casi di truffa, corruzione, lesioni che, pur non essendo balzati agli onori delle cronache, prevedono vittime -comuni cittadini- che non saranno risarcite, anzi saranno beffate da una prescrizione incomprensibile.

Inoltre -si fa notare sul Corriere- non più tardi dell’anno scorso, questo stesso governo emanò un decreto per cui avrebbero avuto una corsia preferenziale fra i processi quelli a carico dei recidivi, considerati socialmente più pericolosi.
Ora, col pericolo di vedere prescrivere i processi a carico degli incensurati, si darà la precedenza a quelli, lasciando ingiudicati più a lungo i recidivi.
L’ennesimo capolavoro di logica, coerenza, serietà.

Una battuta, scusatemi, ma oggi proprio non mi viene.
E allora riprendo la proposta che -provocatoriamente- fece anni fa l’allora deputato Nando Dalla Chiesa, offrendosi di presentare una proposta di legge che garantisse a Berlusconi una totale immunità da qualsiasi cosa, così, come individuo, a patto che la smettesse di sfasciare la giustizia per farsi i cazzi suoi, e scusate il francesismo.

Rilancio quella proposta, ma seriamente. A questo punto, in uno Stato dove, assieme al principio costituzionale dell’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, si calpestano elementari diritti di giustizia, non vale più la pena di difendere quel principio.
Che naufraghi pure, insieme alla menzogna che viviamo in uno Stato di diritto. Ma che eviti di portarsi dietro tante vittime di reati, solo per continuare l’ipocrita finzione che Berlusconi non sia impegnato da quindici anni, in qualunque modo e a qualunque costo, a salvarsi il culo.

– Un popolo dovrebbe capire quando è sconfitto.
– Io lo capirei, Quinto… tu lo capiresti?

(" Il Gladiatore")

 

Annunci

8 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on novembre 13, 2009 at 7:03 pm

    per rincarare la dose faccio un commento, anche se superficiale, da tecnico del settore contestando l’assunto che è sulla bocca di tutti in questi giorni: si va verso la cancellazione dei processi. Falso! Peggio!!
    Si, perchè la situazione è ancor più grave da un punto di vista della procedura.
    Prescrizione non vuol dire che i processi vengono cancellati fin dall’inizio; magari! vorrebbe dire risparmiare tempo, risorse, energie da poter convogliare altrove.
    Prescrizione signofoca che a un certo punto una macchina ormai messa in moto si deve bloccare.
    Il nostro bel disegno di legge prevede un termine che costringe comunque a portare avanti tutta l’attività investigativa e istruttoria salvo poi dire, a un certo punto: "ok, bravi Carabinieri, brava Polizia Giudiziaria, bravi PM, bravi GIP, bravi tutti! avete fatto un buon lavoro ma addesso… buottiamo tutto nel cesso perchè tanto non c’è tempo per fare la fase dibattimentale". La fase cioè, aggiungo io, in cui si dovrebbe accertare la verità e fare Giustizia.
    La causa principale e diretta della lunghezza dei processi è il numero eccessivo di fascicoli che ogni Procura e Tribunale deve portare avanti. Oltre a non tentare minimamente di risolvere questo problema, oggi si pensa bene di rendere tutto il lavoro che viene fatto completamente inutile.
    Mi ripeto: si decidesse di depenalizzare completamente tutta una serie di reati, anche gravissimi, sarebbe meglio perchè almeno non si terrebbe in piedi un baraccone completamente inutile.
    A meno che questo non sia un primo passo per poter dire, tra qualche anno: "cazzo ma a cosa servono i giudici… tanto di processi non se ne fa uno!".
    E così il buon Silvio ha la scusa buona per tagliare un ramo secco del sistema Stato e per spazzare via in queso modo le odiate "toghe rosse".
    Quello è più lungimirante di noi e, secondo me, un pensierino a questa ipotesi se l’è fatto.
    Se volete, la prossima volta vi parlo dell’illogicità e dell’incompatibilità del disegno di legge rispetto all’ulitma riforma del procedimento penale che prevedeva i l’allargamento dei riti alternativi… c’è da piangere!
    Scusate la mancanza di sintesi.

    Rispondi

  2. Posted by anonimo on novembre 14, 2009 at 8:22 am

    Direi che chi mi ha preceduto ha detto tutto quello che c’era da dire. Io penso pero’ che Berlusconi non abbia tanta voglia di fondare una bella dittatura coi controcoglioni (una Cuba, un Cile). No, credo gli basti sfangarla. Opinione personale.
    E concordo sulla proposta Dalla Chiesa (dio santo, se non e’ una sconfitta dell’Italia intera – ennesima…).
    Proprio poco fa ho postato sui fondi per la ricerca, che e’ il mio mestiere e che non prendo nemmeno in considerazione di fare in Italia (piuttosto in Austria, pensate un po’). In questo post ci sono altre motivazione per chi vuole, ad un certo punto, mandare tutto affanculo (pardon my french).
    Iorek 

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on novembre 14, 2009 at 12:34 pm

    e sinceramente io non lo so
    navigo tra il tanto peggio tanto meglio, sperando in un miracoloso risveglio di qualcuno, e il desiderare che finalmente si palesi la sua dittatura, che sia nero su bianco, invece di questo minestrone marcio e stagnante nel quale sguazziamo ora.
    anche se mi farebbe schifo scendere a patti col merda, sarebbe come dare ad un bambino un giochino per non farlo andare in cucina a giocare col gas.
    parimenti concedendogli l’immunità finalmente potremmo portare il discorso sui disastri che stanno facendo sulla politica fiscale ed economica, non ci spaccheremo più i maroni su quanti processi ha in corso, su quanti è intervenuta la prescrizione, su quanti è uscito pulito. tanto, ficchiamocelo in testa, se cadrà non cadrà per un processo, ma perché porterà alla bancarotta le casse dello stato.
    lup

    Rispondi

  4. Posted by pbagnoli on novembre 15, 2009 at 9:02 am

    Io credo che stia finendo.
    Lo dico sul serio, non sto scherzando.
    Credo che sia in corso un accerchiamento senza precedenti (processo Mills, sentenza Mondadori, divorzio Lario con annessa paccata di miliardi, vicenda Cosentino, varie ed eventuali) che ha il suo asse nell’alleanza che vedo molto solida fra Napolitano e Fini; se non faranno cagate (francesismo) mondiali, ci sarà il modo per risolvere il problema una volta per tutte in modo pulito e senza chiasso.
    Anche quelli che l’hanno votato si renderanno conto che così non si può andare avanti e che l’allontanamento del soggetto alla fine sarà la soluzione migliore.
    Credo anche che ci sarà spazio per finire la legislatura con un personaggio che vada bene a tutti, per esempio proprio Fini, in attesa che la Sinistra si prepari per le prossime politiche con il nuovo segretario che, così, potrebbe cominciare a pensare alla politica invece che sempre e solo a Berlusconi. Per chi è di Sinistra non mi sembra propriamente auspicabile andare alle elezioni anticipate con un segretario nuovo (anche se, per dirla come il mio amico Luca che c’è dentro e sa di queste cose, "è quello col culo meno sporco di tutti"), senza un programma che non sia l’antiberlusconismo e senza facce presentabili.
    Credo che il mio sia un punto di vista condivisibile, no?
    Buona domenica

    Rispondi

  5. Posted by Xantro on novembre 15, 2009 at 1:46 pm

    Nota a margine: oggi, domenica 15, ho ascoltato il TG2 di Raiset. La notizia dlle polemiche non era fra le principali di apertura, ma è stata data lo stesso fra i servizi. Si è riportata la disponibilità di Alfano a modificare la legge e lo scetticismo di Bersani.
    Poi, in coda, sono state riportate (non come commenti, come interviste) le dichiarazioni di Gasparri prima e di Cicchitto poi che dicono che il PD, a firma di Finocchiaro, aveva presentato un disegno di legge analogo e dai contenutio ancora più larghi, visto che avrebbe premiatoi addirittura i mafiosi. Della replica della Finocchiaro, da me udita ieri sera a SkyTG24, che dice che Gasparri non sa leggere o sa solo mentire, perché i contenuti della sua proposta sono del tutto diversi, manco l’accenno. Questa è l’informazione pubblica: il Minculpop dei giorni nostri.
     

    Rispondi

  6. Posted by Xantro on novembre 15, 2009 at 2:41 pm

    E, venendo ai dotti commenti postati qui, nel mio privato Porta a Porta (il che fa di me un Vespa, ma senza la scosciata di turno e soprattutto senza la svalangata di soldi pubblici):

    Grazie, anonimo, del tuo punto di vista interno; se ti va, sei invitatissimo a proseguire il discorso, a me interessa eccome e anche gli altri tre -che conosco di persona- non hanno mai una fava da fare, quindi possono benissimo leggerti. Solo, perfavore, scegliti uno psuedonimo e usalo, è una piccola regola di cui chiedo il rispetto (è il mio "metti le patine, eh?").

    A Iorek posso solo dire che il suo è in fondo un caso analogo a quello di Berlusconi, cioè una legge ad personam: per tenere lontano d’Italia lui, ci vanno di mezzo ricercatori anche seri. Questo governo, essenzialmente, legifera a rose di pallettoni. [Fuor di battuta, leggete il post del Nostro, merita: http://iorek.iobloggo.com/927/sul-perche–non-se-ne-parla-nemmeno-di-tornare-in-italia ]

    Con Lupo non si può che concordare piernamente: B. dovrebbe cadere perché governa male; che poi questo comporti che finisca come Craxi, è solo il dessert.
    Infine, Pietro, credo che il tuo punto di vista sia senz’altro condivisibile, da me perolmeno. Ha il solo difetto, sempre secondo me, di non tenere conto della volontà di Berlusconi di non lasciarsi mettere da parte. Uno smaliziato amico mio, che del Parlamento ne sa per averlo bazzicato, ha lasciato cadere lì una frase che da tempo mi risuona -più sinistra di quanto posa dire- in testa:

    "e aggiungo che è incredibile che un cluster di persone ossessionate dal cosiddetto "destrismo eversivo" di berlusconi da una 15ina d’anni, non abbiano capito una delle cose più semplici dell’italia degli ultimi trent’anni: chi è berlusconi e come funziona. berlusconi ha fatto, fa o farà tutto quello che non gli viene impedito con la forza; non ha fatto, non fa e non farà, tutto quello che gli verrà impedito con la forza. […]
    questi cretini da 15 anni pensano di poter riuscire dove rottinculo del calibro di Casini, Fini o Mentana (e tra un po’ Costanzo), un miliardo di volte più abili di loro in tutto, hanno infine fallito.
    non esiste nulla, ma nulla comprende tutto il nulla possibile, che l’imperatore non farà, a meno che non gli venga impedito. far uccidere giornalisti e avversari come putin, mettere i rompiballe socialpoliticsindacali eventuali in uno stadio, o cacciarli nei garages olimpo… niente di niente. ficcatevelo bene in testa e fatevici magari anche i vostri conti su come muovervi spaziotemporalmente da qui a 10 anni. istruzioni ai naviganti: se, guardandovi intorno, non vi sembra di vedere qualcuno o qualcosa in grado e in animo di impedire un checché a B., esso checché accadrà."

    Voglia il cielo, Pietro, che abbiate ragione tu e il tuo buonsenso, e non il cinismo dell’altro amico mio. Io un po’ di paura comincio ad averla.

    Rispondi

  7. Posted by pochepretese on novembre 15, 2009 at 9:30 pm

    Un paio di considerazioni senza pretese.

    1. Andrà, forse, a finire che verrà re-introdotta l’immunità parlamentare, ovviamente con il placet della sinistra, che pubblicizzerà il sacrificio come "minore dei mali" e "non restava altro da fare".
    L’immunità parlamentare fa comodo a tutti, serve solo una scusa, e la scusa ora c’è e pure bella grossa.

    2. Anche io mi sono sentito" incazzato, umiliato e stanco" esattamente in questo ordine. Poi però ho pensato che altri si sarebbero sentiti "incazzati, umiliati e quindi ancora più incazzati".
    Non mi meraviglierei se d’un tratto sbucasse fuori qualche gruppo armato tipo "br".
    Sono anni che ormai siamo invasi da concetti come "celodurismo, secessione, immunità, giustizia di parte, …."; si sta seminando un seme malato e cattivo e il suo frutto non può che essere degno di siffatto padre.
    Nel mio piccolo, ho pensato "ma perchè al nostro non gli viene un bel colpetto, così si leva finalmente dai coglioni?".
    A questo sono arrivato.
    C’è poco da stare allegri.

    Rispondi

  8. Posted by anonimo on novembre 16, 2009 at 2:25 am

    Xantro: ahah sei uno stupido, mi hai fatto molto ridere. Mi sento meglio, anche se un po’ mi spiace per i ricercatori seri. Un po’. 

    Rispondo a pochepretese:
    1. Penso tu abbia ragione, mi vedo gia’ Bersani allargare le braccia e dire "che potevamo fare?" (per i nostalgici: come fa Guzzanti alla fine di questo spot – a mio parere un atto di comicita’ lampo quasi inarrivabile: 

    2. Non so quanto gli italiani siano per la Rivoluzione/Lotta Armata/quello che ti pare. Troppo occupati a scaricare le foto di Bar Rafaeli col Blackberry. 
    Non che NON avere quattro rincoglioniti che giocano a fare i rivoluzionari sia un male, sia chiaro, pero’ anche dover sperare in un colpo a B. fa tristezza. Peraltro poi se anche trapassasse, smentirebbe.
    Iorek
     

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: