E anche il 2009 è andato.

Anche quest’anno il mio calendario da tavolo, se solo fosse visibile sotto la pigna di fogli, fotocopie di documentazione inutile e circolari della mia banca che non leggo (o che leggo e non faccio interamente, profondamente, intimamente mie), mi direbbe che è finito il 2009.
Mi urge ricapitolare i principali fatti, certo di rendervi un servizio utile, nel caso siate stati ibernati negli ultimi dodici mesi o siate rimasti bloccati su un treno delle Ferrovie Nord (capita, credetemi) dal 2008 ad oggi.

.

Gennaio.
Cacchio, bisogna dire: quando si inizia bene…
In Cina qualche centinaio di lattanti viene sterminato da partite di latte contaminato da melamina: contemporaneamente, va detto, il lavoro minorile perde qualche centinaio di potenziali unità (su statistiche da svariati milioni); ci sono sempre lati buoni, basta vederli.
Così come è una buona notizia che Air France entri ufficialmente in Alitalia come partner. Che fosse pronta a comprarsela già un anno prima, caricandosi i debiti e licenziando meno gente, è un argomento disfattista della sinistra rancorosa; non può essere smentito, è vero, ma è da disfattisti. E poi rimane italiana, cioè ci guadagnano degli imprenditori che evadono il fisco italiano, e non quello francese, vuoi mettere la sudisfa?
In Italia viene introdotto il reato di immigrazione clandestina, un passo avanti nella sicurezza dei cittadini che vedranno la propria badante incarcerata e lo spacciatore all’angolo libero come prima, ma accigliato, perché sa di essere nel torto, che è un bel risultato.
Brack Obama presta giuramento. L’insediamento del primo presidente nero degli States è un grande successo, anche se viene contestata la versione rap dell’inno nazionale, soprattutto nella parte in cui il coro intona “fuck da police”; apprezzata invece la brevità del discorso di insediamento, “yo, bros. I’mm yo’ presidah”.
Kakà, pur tentato da un’offerta dall’Inghilterra, dichiara di aver una sola squadra nel cuore, e rimane al Milan: Berlusconi commosso.

.

Febbraio.
Eroico intervento del Presidente del Consiglio (un’autorità morale in ogni campo, come scopriremo da qui a qualche mese) che tenta il possibile per salvare la vita di una giovane dalle mire di un feroce assassino: suo padre, che con la scusa che Eluana è in coma vegetativo da anni vorrebbe eliminarla e subaffittare la stanza a qualche studente. Tuttavia, una cricca di complici, fra cui il Presidente della Repubblica, spalleggia il malintenzionato, che porta a termine l’omicidio. Anche la Lega si dichiara preoccupata di questo venir meno alla pietà cristiana; per due giorni; poi riprende a chiedere il cannoneggiamento delle zattere dei profughi: “che c’entra, quelli mica sono cristiani!”
E, sempre a proposito di coma vegetativo, si dimette Walter Veltroni dalla guida del PD. All’esterno del partito gli viene unanimemente riconosciuta un’opera meritoria di contributo al dialogo; all’interno, altrettanto unanimemente, si propende per impeciarlo e impiumarlo.

.

Marzo.
Obama si trova di fronte a dati sull’occupazione che definisce “sbalorditivi”, e questo perché prima di essere eletto presidente non aveva notato il segno “meno” di fronte a quei numeroni; per distrarre l’opinione pubblica, racconta una barzelletta.
In Italia, Berlusconi scioglie AN e Forza Italia (ci mancherà tanto quell’inno, così carino) e si incorona Imperatore della Galassia, Dio del Fuoco e Gran Mogol delle Giovani Marmotte. Gli italiani pensano che si stia montando un tantino la testa, ma ha pur sempre abolito l’ICI, e quindi ai sondaggi rispondono che lo voterebbero anche due, tre volte di seguito.
Il PD sceglie come guida Franceschini: si vede che un pastore tedesco non era disponibile.

.

Aprile.
Il terremoto in Abruzzo porta morti, feriti, distruzioni e, peggio ancora, le visite di Berlusconi che dichiara agli sfollati che “dovrebbero prenderla come una vacanza”. Le cronache non riportano la riposta degli astanti, ma credo di averne un’idea piuttosto precisa.
Scoppia il caso dell’influenza suina, un virus tutto umano che forse deriva dalla mutazione di un ceppo suino, il che porta il cittadino medio a guardare con sospetto il prosciutto: così funziona l’informazione, di questi tempi. Particolarmente in allarme Veronica Lario, che si accorge improvvisamente di averne sposato uno, di suino: chiede quindi il divorzio, per motivi sanitari. Oh, sì, e anche perché si scopa qualunque cosa le punturine gli permettano di scoparsi. Ma Feltri dice che si tratta di pettegolezzi inventati da Repubblica, e siccome lui sì che è indipendente, c’è da credergli: gli italiani nei sondaggi dicono che lo rivoterebbero, ma stavolta deve abolirgli l’IRAP, il Canone RAI e due-tre rate del mutuo.

.

Maggio
La notizia più elettrizzante del mese è la morte di Susanna Agnelli: wow.
L’Inter passa a ritirare lo scudetto che aveva già vinto a ottobre 2008, quando era iniziato il campionato: Mourinho fa esattamente quello che aveva fatto Mancini, cioè vincere uno scudetto che neppure Agroppi avrebbe perso e uscire regolarmente agli ottavi di coppa: però nelle interviste è un fenomeno. Sempre meno spettatori, sempre meno incassi, l’Inter che gioca da sola: non smetteremo mai di ringraziare Calciopoli per il miglioramento del calcio in Italia.

.

Giugno
L’Europa vota, spostandosi così a destra da rischiare di sovrapporsi all’Indocina, sulle mappe. Nel nord Italia la Lega ha un tale successo che, per potere coprire tutti i posti nei municipi guadagnati, deve eleggere sindaco metà buona degli elettori, o perlomeno quelli che sanno leggere.
Berlusconi non fa neanche in tempo a festeggiare che esplode l’affaire escort: affermerei che si comporta come un liceale in fregola pur avendo un’età da nonno, ma ho paura di Feltri e quindi dichiaro che si tratta di gossip. E poi ha pure sempre tolto l’ICI, no?
Kakà chiarisce l’equivoco: la squadra che aveva nel cuore era il Real Madrid, al quale si trasferisce così prontamente che il gesto dell’ombrello a Galliani lo deve fare dall’aereo. In ogni caso il Milan incassa l’equivalente del PIL del Botswana: Berlusconi ancora più commosso che a gennaio.

.

Luglio
Piccolo incidente ferroviario a Viareggio, solo 28 morti; le FS  fanno notare tuttavia la puntualità del treno distrutto.
Il G8 si tiene all’Aquila, fra le macerie del terremoto e si conclude con un successo, se vogliamo trascurare il fatto che il primo ministro giapponese ha riso tutto il tempo, fino a farsi venire gli stranguglioni: che in un paese a rischio sismico la quasi totalità degli edifici non fosse a prova di terremoto non l’ha voluto credere, e per tutto il tempo del G8 ha creduto di essere su Candid Camera.
Obama mattatore, e sua moglie gran gnocca; Berlusconi lumacone.
La pillola antiabortiva RU486 sbarca in Italia, il Vaticano furoreggia: così, si teme, abortire sarà uno spasso, tipo andare in crociera. Dico, qualche lato negativo deve pur permanere, no?

.

Agosto
Vincita record al Superenalotto: 148 milioni; il tesoro emette un assegno Banca d’Italia in flanella, di sei metri di lato, postdatato 2087.
In Afghanistan si vota: le schede vanno forate sparando sul nome del candidato prescelto, o sul corpo di un elettore del partito avverso.
Ulteriore passo avanti nella sicurezza in Italia: essere clandestini è reato, quindi finisci in galera e non te ne vai più: contando che in galera comunque mangi tutti i giorni, si dichiarano clandestini tutti gli stranieri, più parecchi precari, anche se nati a Chioggia o Brindisi.

.

Settembre
Feltri, direttore di Libero (dai, non ridete, si chiama davvero così) pubblica in prima pagina una notizia che viene da un archivio della Questura che afferma che Boffo, direttore dell’Avvenire, sarebbe un noto omosessuale. Il direttore finisce per dimettersi; quello sbagliato, intendo.
Roman Polansky viene arrestato in Svizzera per uno stupro compiuto trent’anni prima, perché in Svizzera, con l’eccezione del traffico di armi, droga e capitali illeciti, sono severissimi. Un improvvisato comitato di intellettuali chiede il suo rilascio, a ragione della qualità della sua arte; a Norimberga avevano impostato allo stesso modo la difesa di Hitler, impugnando i suoi acquarelli del periodo del liceo artistico, ma era andata di merda anche lì.
Scandalo D’Addario: dai festini a luci rosse a casa di Berlusconi alla puntata di Anno Zero. Berlusconi furente, Gasparri idrofobo, Bonaiuti ha una crisi di nervi: certo, una puttana può essere candidata alle elezioni del comune di Bari nelle liste di Berlusconi, ma apparire in tv, dai dove finiremo? E poi il premier non aveva capito fosse una prostituta; rassicurante, dato che è l’uomo la cui capacità di discernimento guida la nazione.
Però, il Silvio, all’ICI gliel’ha fatta vedere, eh?
Viene assegnato il campionato 2010 all’Inter e poi si parte con la prima giornata; ne seguiranno altre trentatrè solo per vedere come si piazzano gli altri.

Ottobre
Il Lodo Alfano viene dichiarato incostituzionale: non male, per essere l’unica cosa memorabile ad oggi proposta dal ministro della giustizia. Per inciso, questo comporterà che Berlusconi sarà giudicato come chiunque altro. Ok, adesso torno serio, volevo solo fare una battuta.
Si tengono le elezioni primarie nel PD: Pierluigi Bersani viene eletto segretario e ne prende saldamente il comando, rilanciando la linea del partito: aspettiamo e vediamo se Berlusconi muore.
Esce quindi (?) dal PD Rutelli, completando un coerente percorso politico antiproibizionista -democratico di sinistra – chierichetto; vincerebbe il premio Trasformismo, non esistesse Capezzone.
Le piogge causano frane e vittime a Messina, il governo risponde accelerando le pratiche sul Ponte sullo Stretto: vogliono costruirlo prima che l’ultimo messinese sia stato portato via dalla corrente, per non dover far venire dei figuranti da fuori il giorno dell’inaugurazione. Perché a quella il Silvio, ci tiene, che poi il ponte stia su o meno, chissenefrega.
Giornalisti in piazza per la libertà di stampa: una cerimonia a suffragio parecchio partecipata, si vede che si era fatta voler bene, in vita.
Ad Obama viene assegnato il Nobel per la pace; alle truppe di rinforzo che intendeva mandare in Afghanistan, Barak chiede di “farsi un giro, che non è aria”; ma che tengano il cellulare acceso. Poi distrae l’opinione pubblica con un numero di tip-tap.
Il PD fa un passo avanti nel proporsi come un partito moderno e degno di governare questo Paese: infatti Marrazzo, governatore del Lazio, si fa arrestare per una storia di trans, droga, carabinieri. Prima di dimettersi (dio, che inesperti questi di sinistra!) confessa di essersi lasciato ricattare, di essere andato a trans,di aver acquistato cocaina, di averlo fatto servendosi dell’auto blu; ma giura di non avere parcheggiato sul parcheggio handicappati, questo no.

.

Novembre
Gli italiani discutono accorati sulla scomparsa di Alda Merini: chi era, poi? Poetessa? Ma che è, un lavoro vero? Si guadagna bene?
Il caso Cucchi imbarazza le forze dell’ordine: in tre-quattro per ammazzare di botte un tossico in carcere, quando una volta uno sarebbe bastato e avanzato! Si è persa la professionalità, vi dico.
L’influenza suina è un flop, fra i contaminati dal virus A e gli spettatori del Barbarossa, il kolossal padano, non ci si riempie una sala da tè; però per quel film del cazzo, pur pagato con contributi pubblici, almeno non si sono spesi milioni in vaccini.
Feltri dichiara pubblicamente che quella soffiata su Boffo non veniva dalla Questura, non era una notizia, non era neppure vera, e si scusa: potete leggere le sei righe sotto i necrologi, prima degli annunci sui cani smarriti, e sempre che abbiate buona vista, o una lente d’ingrandimento.
L’avvocato inglese Mills viene condannato anche in appello per avere dichiarato il falso in giudizio pro Berlusconi, dietro compenso in denaro: ciò dimostrerebbe, in un Paese di diritto, che Berlusconi è un corruttore. Invece qui è Berlusconi a dimostrare che questo non è un Paese di diritto. Oh, vince sempre lui; sarà per la faccenda dell’ICI.

.

Dicembre
D’Alema non riesce ad essere eletto ministro europeo degli esteri: peccato per il prestigio dell’Italia e perché così sfuma la possibilità di togliercelo dal cazzo per un po’.
A Copenaghen il Vertice sul Clima riporta come unico impegno vincolante che, tornando a casa, i leader mondiali intervenuti non accenderanno l’aria condizionata in auto; per il resto, tutto quello che si ottiene sono una serie di buoni propositi, così vaghi che sembrano presi con l’unico scopo di non farsi depennare dalla lista dei bimbi buoni di Babbo Natale.
Berlusconi aggredisce a testate un acquirente di un souvenir a forma di Duomo di Milano, scheggiandoglielo con due denti. Almeno, questo io ho capito, perché si è continuato a parlare del “gesto di un folle” e fra i due ho fatto gran fatica a distinguere di chi parlassero.
Poi nevica, e i treni trovano la scusa per ritardare che non avevano trovato tutto il resto dell’anno, pur ritardando regolarmente.
Chiude con grande successo l’operazione Scudo Fiscale, chi l’avrebbe mai detto che in Italia ci fossero evasori? Tremonti appare per un attimo come un profeta, un veggente, ma quasi subito arriva a smentire questa impressione un fatto che Tremonti non aveva calcolato nella Finanziaria: il 2010.

Così è andata, più o meno.

.

.

[Ah, per la cronaca (e perché sono uno scassacazzi): Berlusconi non ha esattemente “abolito l’ICI”. Il 40% dei possessori di abitazione, quelli a reddito più basso, non la pagava già da anni, grazie a Prodi. Berlusconi ha esteso questa esenzione al restante 60%, quello a maggior reddito, che non ne aveva bisogno. I Comuni però non sono in grado di fare a meno di quei soldi, che quindi devono trovare altre coperture (anche a carico di chi la casa non ce l’ha proprio): per quest’anno è una voce consistentissima della Finanziaria (1,6 miliardi su 8 totali), coperta grazie allo Scudo Fiscale, cioè ad una una tantum. Per chi non l’avesse capito, vuol dire che un buco duraturo, aperto per motivi elettorali, viene coperto in qualche modo con una misura saltuaria ed irripetibile, e in futuro si vedrà.
Insomma, balle, pressapochismo, miopia .
Il che, direi, vi da anche l’idea di cosa potete aspettarvi, come italiani, dal 2010.]

Annunci

6 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on gennaio 4, 2010 at 5:42 pm

    Davvero divertente e intelligente come sempre! È sempre un piacere leggerti. Diciamo che l’anno sembra iniziare nel migliore dei modi.

    Rispondi

  2. Posted by pbagnoli on gennaio 5, 2010 at 4:33 pm

    Da brivido…
    Unico, mitico, irripetibile!

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on gennaio 8, 2010 at 11:24 am

    Straordinario. Ho riso dall’inizio alla fine.
    Poi mi sono accorto che è tutto vero, e ho smesso di ridere.

    Rispondi

  4. Posted by Xantro on gennaio 8, 2010 at 8:40 pm

    Troppo buoni.
    Lieto, come sempre, di avervi causato un sorriso.  E buon 2010, nonostante tutto.

    Rispondi

  5. Posted by anonimo on gennaio 14, 2010 at 3:59 am

    Ho riso dall’inizio alla fine, e anche dopo (tanto anche sto giro ho dribblato l’Italia come un Quaresma qualunque). 
    Sei il Franz Sacher dei nostri tempi.
    Applausi dall’ala Austro-asiatica dell’odiens. 
    Iorek

    Rispondi

  6. Posted by anonimo on gennaio 29, 2010 at 2:36 pm

    quindi, facendo un breve bilancio del primo mese del 2009, con il primo del 2010, avendo da una parte il latte contaminato in cina ma anche il giuramento di obama con tante belle speranze, dall’altra il terremoto di haiti e nulla più, facendo le debite proporzioni tra com’è andato il 2009 e il proverbio "il mattino si vede dall’oro in bocca", sono moderatamente atterrito.
    lup

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: