Legislazione for dummies, lezione 1.

Non tutti i miei lettori, ne sono quasi certo, hanno una bella laurea in giurisprudenza, come ce l’ho io (mica cazzi). Ed è un peccato, perché è grazie a quegli studi che sono in grado di comprendere ed apprezzare finezze e sottili distinguo di natura giuridica, un piacere quasi da capogiro.
Ma non temete: per voi, e solo per voi, cercherò di diffondere al popolo il frutto di sottili ragionamenti e squisitezze tecniche che altrimenti rischiereste di perdere. Allacciatevi le cinture, state per entrare nel magico mondo della legislazione.


Per esempio, prendiamo –così, a caso- il testo del decreto sul cosiddetto legittimo impedimento.

Leggete con me io testo dell’articolo 2 del provvedimento:

 

2. Per il Presidente del Consiglio dei ministri costituisce legittimo impedimento, ai sensi dell’articolo 420-ter del codice di procedura penale, a comparire nelle udienze dei procedimenti penali, quale imputato o parte offesa, il concomitante esercizio di una o più delle attribuzioni previste dagli articoli 5, 6 e 12 della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni, dagli articoli 2, 3 e 4 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, e successive modificazioni, e dal regolamento interno del Consiglio dei ministri, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 1993, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 268 del 15 novembre 1993, e successive modificazioni, delle attività preparatorie e consequenziali, nonché di ogni attività comunque connessa alle funzioni di governo.

 

Incomprensibile, eh? Non fatevi prendere dallo sconforto, esiste un metodo per comprendere la sostanza del provvedimento senza rischiare il ricovero al neurodeliri.

Innanzitutto, togliamo le parti che non servono.

 

2. Per il Presidente del Consiglio dei ministri costituisce legittimo impedimento, ai sensi dell’articolo 420-ter del codice di procedura penale, a comparire nelle udienze dei procedimenti penali, quale imputato o parte offesa, il concomitante esercizio di una o più delle attribuzioni previste dagli articoli 5, 6 e 12 della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni, dagli articoli 2, 3 e 4 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, e successive modificazioni, e dal regolamento interno del Consiglio dei ministri, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 1993, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 268 del 15 novembre 1993, e successive modificazioni, delle attività preparatorie e consequenziali, nonché di ogni attività comunque connessa alle funzioni di governo.

 

Poi, occorre sottolineare le parti davvero importanti:

 

2. Per il Presidente del Consiglio dei ministri costituisce legittimo impedimento, ai sensi dell’articolo 420-ter del codice di procedura penale, a comparire nelle udienze dei procedimenti penali, quale imputato o parte offesa, il concomitante esercizio di una o più delle attribuzioni previste dagli articoli 5, 6 e 12 della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni, dagli articoli 2, 3 e 4 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, e successive modificazioni, e dal regolamento interno del Consiglio dei ministri, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 1993, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 268 del 15 novembre 1993, e successive modificazini, delle attività preparatorie e consequenziali, nonché di ogni attività comunque connessa alle funzioni di governo.

 

Infine, sulla scorta dell’evidenza così raggiunta, è possibile riscrivere chiaramente il vero senso della norma:

 

2. Il Presidente del Consiglio dei ministri se ha voglia ci va; se no, no.

 

Vedete che non è difficile?

 

(Prossime puntate: come definire un condono fiscale scudo, come imbavagliare la stampa usando la par condicio, come combattere la criminalità abolendo le intercettazioni).

Fate gli esercizi, che poi interrogo.

9 responses to this post.

  1. Posted by LauraGDS on marzo 12, 2010 at 1:34 pm

    Grandioso!

    Ho socperto or ora il tuo blog, tramite post di una conoscente su FB: se non ti scoccia ti linko.

    Rispondi

  2. Posted by Xantro on marzo 12, 2010 at 3:46 pm

    Ho controllato, il tuo blog manca di serietà e contegno.

    Linkami subito.

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on marzo 12, 2010 at 3:51 pm

    Forte! Continua così

    Rispondi

  4. Posted by pochepretese on marzo 12, 2010 at 4:18 pm

    …. che dire; il primo brano (…ah scusa, il primo articolo di legge), quello originale, non sfigurerebbe detto da "Cetto Laqualunque" o dal Verdone d'annata stile "candidato DC".

    Comunque la prima cosa che ho pensato è stata " grande supercazzola!!"

    W l'italia.

    Ciau

    Rispondi

  5. Posted by anonimo on marzo 12, 2010 at 7:36 pm

    oddio sono una conoscente. 

    Rispondi

  6. Posted by Elisabetta1941 on marzo 13, 2010 at 5:59 pm

     ottima la potatura :  quindi a tua interprerazione  è geometrica.
    Il testo della legge  è  ambiguo,ma ad arte. Fa molto DC del buon (?!) tempo anadato .Si può tirare da tutte le parti come la camiciolina del Bambin Gesù. Ma , lo sai meglio di me, nella  cosiddetta patria del diritto si può farw una legge che dice che A=A   e insieme a -A, *B, in  barba ad Aristotele ed al suo fereo principio di non contraddizione.
    Aspetto cona ansia lumi sullo scudo fiscale. Non ho mai capito cosa fosse :  se sei così gentile da spiegarmelo, bene come la legge per cui il premie fa come vuole e buonanotte al secchio, te ne sarò grata.
    E sapetto anche le  prossime puntate.
    Grazie !

    Rispondi

  7. Posted by Xantro on marzo 15, 2010 at 10:43 am

    @ ll: Ah, ecco chi era la conoscente. Ma le tue conoscenze sono tutte così educate e gentilerrime? Le metti in riga tu?

    @ anonimo: grazie, ma chi sì you?

    @ pochepretese: prematurata, oltretutto.

    @ Elisabetta1941: scudo fiscale già disponibile;  dal punto di vista più economico che legislativo, ma l'analisi c'è già in http://citarsi.splinder.com/post/21483204/Lo+scudo+fiscale+visto+da+un+p
    Buona lettura.

    Rispondi

  8. Posted by anonimo on marzo 15, 2010 at 10:26 pm

    ah, sei avvocato.ora mi spiego l'imbarazzante mole di barze sugli avvocati.lup

    Rispondi

  9. Posted by anonimo on marzo 17, 2010 at 7:58 am

    di solito sì, sono Rottenmeier mica per niente, ma in questo caso è tutto merito suo :))))

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: