Phishing for dummies

“Bancoposta” mi ha scritto ancora, chiedendomi di cambiare le credenziali di accesso al mio conto.

Fermi! Non allarmatevi per me e riponete il cellulare con cui stavate per chiamarmi per avvertirmi che si tratta di una truffa. In realtà, ne avevo già un sospetto: essendo l’uomo acuto che sono, il fatto di non avere mai avuto un conto Bancoposta mi aveva già messo in allarme. E anche il fatto di non avere username o password da comunicare loro un po’ mi ha salvato.

Non che questo li abbaia indotti a desistere, per carità; anzi, ricevo le loro e-mail con tanta sollecitudine e continuità che se Bancoposta non mi scrive per qualche giorno li chiamo io per vedere se stanno bene. Quello che invece nella posta di oggi mi ha stupito è stato di trovare uno di questi messaggi in una forma inusuale, cioè tanto perentorio quanto sciatto:

logo Poste Italiane 

Gentile cliente,

Grazie ai recenti trasferimenti illegali di conti elettronici, il tuo conto BancoPosta è stato bloccato per la tua sicurezza. Questo è stato fatto per assicurare il tuo conto e le tue informazioni private. Come misura di sicurezza, vi consigliamo di collegarti al vostro Conto BancoPosta e cambiare il tuo codice di accesso

Il nostro sistema ti aiuterà rapidamente a cambiare il tuo codice di accesso. Il tuo conto non sarà sospeso in questo caso, però, se invece, 48 ore dopo aver ricevuto questo messaggio, il tuo conto non verrà confermato, ci riserviamo il diritto di sospendere la tua registrazione Poste Italiane. Poste Italiane è autorizzato a fare qualsiasi tipo di operazione affinche anticipi le fraude.

Clicca Qui per cambiare il tuo codice di accesso

“Grazie” ai recenti trasferimenti illegali e non, magari, “a causa”?

“Il tuo conto” e poche righe dopo “vi consigliamo”?

“Poste Italiane è autorizzato?”; e da quando Poste Italiane è maschile?

“Le fraude”? LE-FRAU-DE?

Insomma, cari pescatori di dati riservati, mi sta bene che mi considerate un coglione, tanto da cadere in un tranello così poco sottile, in fondo fa parte del gioco. Ma parlo ancora italiano, e niente vi autorizza a supporre che ne abbia perso la capacità. E’ una questione di rispetto e ci tengo. Grazie.

(Il problema di questo paese è la mancanza di professionalità, lo dico sempre.)

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by anonimo on settembre 16, 2010 at 8:53 am

    Se vai a vedere il blog di maurizio codogno (xmau.com), categoria spam_phishing, praticamente li colleziona e commenta…es.: http://xmau.com/notiziole/arch/201009/006826.html-pbm

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: