Uno strano concetto di responsabilità.

Che per stare in piedi il governo Berlusconi-Scilipoti abbia raccattato voti in maniera più che equivoca fra "pentiti" dell'opposizione (dopo avere gridato come ossessi al tradimento della volontà popolare non appena subìto il voltafaccia -annunciatissimo e cercato- dei finiani) fa già di per sé abbastanza schifo.
Il tanto vituperato Prodi, per dirne una, a quest'ora aveva già abbondantemente preso in saccoccia la propria sconfitta senza scendere a compromessi, trame segrete, e palesi prese per il culo dell'elettorato. Altro stile, altra responsabilità.

Ma che per raggiungere questo bel risultato si nomini Ministro della Repubblica un signor quasi-nessuno che da anni è coinvolto in una indagine per mafia, beh, fa proprio schifo al cazzo, e perdonate se l'analisi è fin troppo fine.

Naturalmente lo si è fatto per senso di responsabilità, per non lasciare il Paese privo di guida in un momento così difficile eccetera eccetera; come se si fosse domandato al Paese se si considera o meno in tale crisi da accettare un possibile mafioso ai vertici del Governo. L'alternativa, lo ricordo, non sarebbe l'anarchia, né la guerra di tutti contro tutti: semplicemente, sarebbe andare ad elezioni, e vedere se vengono rieletti Romani, Scilipoti, o una qualsiasi delle troiette del Premier. O il premier stesso.
Ma questo comporterebbe rallentamenti sulle nuove leggi antiprocesso del Cavaliere, sulla sua vendetta contro i Magistrati sotto forma di riforma della Giustizia, e sul federalismo, cazzo, non dimentichiamoci il Federalismo!

Se queste sono le vostre urgenze, compatrioti, beh: sucatevi il ministro in odor di mafia, il Berlusconi addolorato per l'amico Gheddafi, Minzolini al posto della Gruber, Giuliano Ferrara al posto di Enzo Biagi, e, più in generale, i quintali di merda in cui quotidianamente accettate di galleggiare. Magari fa bene alla pelle, chissà.

Annunci

4 responses to this post.

  1. Posted by anonimo on marzo 24, 2011 at 4:42 pm

    Sandro, hai dimenticato un piccolo particolare che rende il quadro ancora più schifoso…..il nuovo ministro è stato nominato in fretta e furia perché nella commissione che doveva decidere per il conflitto d'attribuzione del processo Ruby, c'erano due persone, guarda a caso dei responsabili, che non avrebbero partecipato al voto se il ministro non fosse stato nominato. Alla fine con il nuovo ministro, per caso questi signori entrano in commissione e votano a favore del conflitto d'attribuzione sollevato!
    Questo per completezza al nuovo concetto di responsabilità da te riportato!

    Walter

    Rispondi

  2. Posted by Xantro on marzo 24, 2011 at 9:41 pm

    Grazie per le precisazioni, Walter.
    Sei la mia lente di ingrandimento sulla merda.

    (Usti, a rileggerlo non pare granché come complimento. Ma tu sai cosa intendo, no?)

    Rispondi

  3. Posted by anonimo on marzo 25, 2011 at 10:43 am

    grazie Xantro,
    hai dato la risposta alla domanda che come minimo una decina di giornalisti tedeschi si pongono in questi ultimi anni

    ma perchè gli italiani accettano tutto questo e non si rivoltano?

    per avere una pelle liscia e profumata, tanto la puzza non si nota quasi più ritornando a casa….

    Mirella aka potbook

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: