Aggiornastefano, anni due.

Ciao. Oggi compio due anni. Stefano G.
No, non vi scalmanate per festeggiarmi, sono un bambino schivo e rifuggo gli schiamazzi, almeno quelli che non faccio io direttamente. Infatti mi definiscono “patatone” che, se non ho capito male, vuol dire che non sono una peste; ma allora perché lo dicono con quell’aria accondiscendente? Mh, mai contenti voi adulti, vero?

Io in ogni caso cresco bene, e a dispetto delle aspettative alla nascita, beh, son piuttosto bello, non trovate? Guardate che biondo svedese, che lineamenti da stendimamme.
Come dite? No, non tentate di fare conversazione con me; io non parlo. Sì, lo so che ho due anni e che mia sorella alla mia età già sciorinava parole, numeri e nomi di animali. Io piuttosto sono terribilmente essenziale, il mio vocabolario è di pochissime parole: mammma (include anche papà, l’ho ben detto che sono essenziale), papppa, aagua (il lago, la pioggia, ho sete) più il nome di una delle cavie di casa e di due dei Teletubbies; di più, secondo me, per ora il mondo non merita.
Mio padre, per inciso, non la pensa così: non sopporta che il mio aspetto fisico metta in ombra le mie capacità intellettive. Mi chiama Zoolander. Gli conviene che io ci metta un po’ a capirla, o rimpiangerà quando lo chiamavo mammma.

Annunci

8 responses to this post.

  1. Auguri! Dimostri già ottime doti di sintesi nel racchiudere in categorie le parole. E se non capisci cosa dico fattelo spiegare da mammma

    Rispondi

  2. Posted by stregatto on settembre 12, 2013 at 8:11 am

    Auguri! e non preoccuparti se non parli ancora come tuo padre: non sai la fortuna che hai!

    Rispondi

  3. Ciao Stefano, auguri. Un po’ in ritardo, ma ieri mi hanno mandato a letto troppo presto.
    Concordo pienamente con te. Sono un pochino più piccolo, ma anche io pianifico di arrivare ai due anni con il tuo stesso identico vocabolario. Aggiungo solo “nonnno” e “chiudi” che, essendo io l’unica persona ordinata in famiglia, assume un ruolo fondamentale.
    Per il resto concordo, non serve dire altre parole, mentre fingere di non capire lascia liberi di fare quello che si vuole ignorando ordini e divieti.
    E che papà pensi e ci chiami come vuole 😉
    Enea

    Rispondi

  4. Il fatto che tuo papá non sopporti che il tuo aspetto fisico oscuri le tue capacitá intellettive dimostra quando tuo papá capisca della vita. Credimi: hai bisogno di un´altra guida.
    Poi parliamo della mia commissione.

    Rispondi

  5. Iorek, ma il tuo è un modo contorto di fare coming out?

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: