Archive for giugno 2015

Difendiamo le famiglie normali

La mia è una famiglia normale, come tante che conosco. Magari non tutte sono perfette; c’è chi mena i bambini, chi scopa col vicino e all’occorrenza col postino, chi tifa Inter addirittura. Ma sono eccezioni: sono tutte famiglie normali.
Nella mia famiglia di persone coi capelli rossi non ce n’è.

Ora, io non ho niente contro quelli coi capelli rossi, a me non hanno mai fatto niente. Un benzinaio coi capelli rossi una volta mi ha fregato sul pieno, ma forse non dipendeva dai capelli. Forse.
In generale, possono fare quello che vogliono.

E’ che non se ne sente alcun bisogno. Sarebbe ingiusto, e credo anche anticostituzionale, costringermi da avere figli coi capelli rossi, o a tingerli se non li hanno. Percepisco anzi una minaccia alla mia famiglia dall’esistenza di famiglie composte da individui coi capelli rossi. La loro libertà finisce dove inizia la mia percezione di pericolo, non importa da cosa motivata.

Quindi facciano un po’ quello che gli pare, ma che senso ha definirle famiglie? Che esempio diamo, che modelli proponiamo ai nostri figli se li accettiamo come normali?

Io sono contro la teoria redhead, e dovreste esserlo anche voi.